Siderno, altri tre mesi di lavoro per la commissione d’accesso

Le verifiche antimafia nel Comune proseguiranno fino al prossimo 23 aprile

comune siderno

SIDERNO Il ministero dell’Interno ha prorogato per altri 3 mesi l’incarico della commissione d’accesso antimafia nel Comune di Siderno. La comunicazione dell’insediamento della commissione, nominata dal prefetto di Reggio Calabria, risale al 23 ottobre scorso nominata dal prefetto di Reggio Calabria.

Leggi il resto

Tra i nuovi prefetti anche il superpoliziotto Giuseppe Gualtieri

Per lungo tempo impegnato nelle varie province calabresi, è stato Questore a Trapani, Potenza, Catania e Caserta. Ha partecipato alle indagini che hanno portato alla cattura di Provenzano

giuseppe gualtieri

ROMA Per decisone del Consiglio dei ministri è stato nominato prefetto il dirigente generale della Polizia di Stato Giuseppe Gualtieri.

Leggi il resto

L’amministrazione Comunale di Siderno saluta con gioia l’arrivo del Presidente della Repubblica nella vicina Locri .

pietro-fuda-600x325

Il 19 Marzo la nostra città sarà accanto a Sergio Mattarella, a Libera e ai familiari delle vittime innocente delle mafie che arriveranno da tutta la nazione nel nostro territorio per la XXII giornata della memoria e dell’impegno.

Leggi il resto

Ferrovia Jonica: ritorna il treno diretto LOCRI – LAMEZIA a/r , senza cambio a CZ Lido

treno-ferrovie-2

Dopo 7 anni, grazie alla passione, all’interessamento, ed alla pervicacia dell’Associazione “Ferrovie in Calabria”, un utilissimo servizio ferroviario ad uso dell’utenza locrìdea (perlomeno quella, numericamente preponderante, a nord di Locri) torna ad attestarsi a Locri.                                                                        Leggi il resto

GIANLUCA CONGIUSTA. Una strada per ricordare che la ‘ndrangheta ha perso

13698170_10208659838126816_5146072919234620561_o

di Simona Musco

«Se pensavate di ucciderli vi siete sbagliati. Loro, le vittime, continuano a volare. Voi ‘ndranghetisti avete perso. Questo luogo, che volevate luogo di morte, sta diventando luogo di vita. Noi non vi odiamo, perché non siamo come voi. Salvate i vostri figli, non fate fare loro la vostra vita di latitanza e carcere. Se decidete di farlo troverete il nostro aiuto. Oggi non è un giorno di lutto, è un giorno di festa perché la ‘ndrangheta ha perso e noi abbiamo vinto».

Leggi il resto