‘Ndrangheta, ucciso e dato in pasto ai maiali. E il killer si vanta con l’amico

‘Ndrangheta, ucciso e dato in pasto ai maiali. E il killer si vanta con l’amico

La faida di Oppido Mamertina dietro l’intercettazione choc del giovane che racconta compiaciuto come si è disfatto del cadavere di un rivale. La criminalità calabrese coniuga regole arcaiche e spietate con la più sofisticata modernità, anche quando i suoi uomini crescono in una meteropoli come Roma

di |

Calabria, Italia, anno del Signore 2013, qui si muore e si uccide come in Afghanistan, peggio che in Afghanistan. Il video che pubblichiamo è terrificante, un giovane killer di ‘ndrangheta racconta come ha ammazzato un suo avversario.

Leggi il resto

‘Ndrangheta, Tizian: “Io parte civile contro boss Femìa. Così faccia l’ordine giornalisti”

‘Ndrangheta, Tizian: “Io parte civile contro boss Femìa. Così faccia l’ordine giornalisti”

Si è aperta a Bologna la maxi udienza preliminare contro 34 persone, 24 delle quali accusate di associazione di stampo mafioso. Secondo l’accusa, a capo dell’associazione c’era il calabrese Rocco Femìa che, stando alle intercettazioni, minacciò il giornalista de L’Espresso

Femia

Estorsioni, intimidazioni, rapine, sequestri di persona, corruzione di uomini delle forze dell’ordine e l’ombra della ‘ndrangheta.

Leggi il resto

Ndrangheta, arrestato Peppe Iaria, ex sindaco di Melito Porto Salvo

Ndrangheta, arrestato Peppe Iaria, ex sindaco di Melito Porto Salvo

Una cittadina di 15000 abitanti in mano alla Ndrangheta. E’ la storia giudiziaria di Melito Porto Salvo, in provincia di Reggio Calabria.

Ndrangheta, arrestato Peppe Iaria, ex sindaco di Melito Porto Salvo

Avere gli ultimi sindaci demoraticamente eletti chiusi in gattabuia non è un record di cui andare fieri; ma è quello che tocca a Melito di Porto Salvo, cittadina del basso Jonio reggino governata dalla Ndrangheta da almeno trent’anni.

Leggi il resto

Siderno, gli “Amici della pichetta” scoprono una pericolosa insidia-trabocchetto nel marciapiede

Siderno, gli “Amici della pichetta” scoprono una pericolosa insidia-trabocchetto nel marciapiede

di Gianluca Albanese

SIDERNO  – Continua la lodevole attività dei volontari che ogni domenica mattina sacrificano un po’ del loro sacrosanto riposo settimanale per armarsi di strumenti da giardinaggio e compiere opere utili al decoro urbano. Si autodefiniscono “Gli amici della pichetta” (nome dialettale della zappa) e questa mattina erano al lavoro nella traversa che dal corso Garibaldi conduce verso la casa della salute ed è attraversata, all’incrocio con via Condassondolo, dal monumento alla memoria di Gianluca Congiusta, giovane imprenditore trucidato nella notte per mano mafiosa otto anni fa. 

Leggi il resto

Maria Carmela Lanzetta: “Lasciata sola contro i boss, dimenticata anche dal Pd”

Maria Carmela Lanzetta: “Lasciata sola contro i boss, dimenticata anche dal Pd”

ROMA – “Lasciata sola contro i boss ecco perché non sono più un sindaco della Locride”, Maria Carmela Lanzetta, ex sindaco di Monasterace, in provincia di Reggio Calabria, intervistata da Repubblica, accusa la “politica”, le istituzioni: “Sono rimasta schiacciata fra le parole vuote delle istituzioni e una politica che non si occupa mai dei problemi delle persone, pensa solo a se stessa. Parlo anche del partito al quale sono iscritta, il Pd”.

Leggi il resto

Adro, arrestato il sindaco leghista Lancini: “Truccava gli appalti per gli amici”

Adro, arrestato il sindaco leghista Lancini: “Truccava gli appalti per gli amici”

Oscar Lancini, famoso per aver tappezzato la scuola del paese con il sole delle Alpi, è stato arrestato dai carabinieri ed è ai domiciliari. E’ stato un pioniere della linea dura contro i genitori dei bambini che non pagavano la mensa negando agli alunni il pranzo. Il primo cittadino condannato dalla Corte dei Conti. Il gip: “Delibere fabbricate del cantiere”

di Redazione Il Fatto Quotidiano | 8 novembre 2013

Adro, arrestato il sindaco leghista Lancini: “Truccava gli appalti per gli amici”

Fu tra i primi sindaci sceriffi a negare il pranzo ai piccoli stranieri i cui genitori non potevano pagare la mensa e finì nella bufera per aver tappezzato la scuola di simboli leghisti. Oscar Lancini, sindaco di Adro (Brescia), è stato arrestato dai carabinieri ed è ai domiciliari. Il leghista è accusato di “turbata libertà degli incanti e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente” e “falso in atto pubblico”. Avrebbe favorito alcune aziende nella gara d’appalto per la realizzazione di alcune opere in paese; in particolare la turbativa d’asta riguarderebbe la realizzazione dell’area feste della cittadina. 

Leggi il resto

Reggio Calabria, la sfida di Fiorini Morosini

CHIESA E CRIMINALITÀ

Reggio Calabria, la sfida di Fiorini Morosini

In diocesi imperversano le cosche. Il nuovo arcivescovo deve dare un segnale. Ma è già finito nella bufera.

di Mario Meliadò


Don Antonio Cannizzaro e Monsignor  Mondello

il 13 luglio scorso, dopo un lustro da vescovo della diocesi Locri-Gerace, monsignor Giuseppe Fiorini Morosini è stato nominato da papa Francesco arcivescovo della diocesi Reggio Calabria-Bova.
Col suo insediamento, il 9 settembre, il 67enne prelato di Paola (importante centro del Cosentino) si appresta a sostituire ai vertici della Curia reggina monsignor Vittorio Mondello.   
Durante il mandato arcivescovile, l’ex presidente della Cec (Conferenza episcopale calabra) ha dovuto fronteggiare agre voci su collusioni tra ‘ndrangheta e spezzoni della Chiesa reggina.
E il suo cerimoniere e parroco di Condera don Antonio ‘Nuccio’ Cannizzaro – ex assistente spirituale della polizia municipale di Reggio – nell’aprile 2012 è stato rinviato a giudizio nel processo Raccordo-Sistema per falsa testimonianza aggravata.

Leggi il resto