Omicidio Congiusta, annullata la condanna per il boss Costa

La decisione della Corte di Cassazione che lo ha assolto «per non aver commesso il fatto». Il giovane imprenditore fu ucciso il 24 maggio del 2005 per nascondere la riorganizzazione del clan di Siderno. I familiari: «Hanno ucciso Luca per la seconda volta»

Gianluca con giacca a righe

REGGIO CALABRIA Il boss Tommaso Costa non è il mandante dell’omicidio Gianluca Congiusta. Così ha deciso ieri notte la Corte di Cassazione, annullando la condanna all’ergastolo rimediata dal boss di Siderno in Corte d’appello dove il processo era tornato dopo un primo rinvio. Ma anche questa volta, la pronuncia netta dei giudici di piazza Castello non è bastata agli ermellini.

Leggi il resto

‘Ndrangheta: arrestato il boss Giuseppe Pelle, era latitante

Il blitz della polizia scattato nella notte a Condofuri, in provincia di Reggio Calabria

pelle-kSRC-U434601062853017fbH-593x443@Corriere-Web-Sezioni

di Carlo Macrì
CONDOFURI (Reggio Calabria) – Era in compagnia di alcuni fedelissimi, quando la Polizia di Stato e gli agenti dello Sco, con un blitz improvviso hanno fatto irruzione in un casolare di campagna, alla periferia di Condofuri, a poche decine di chilometri da Reggio Calabria mettendo fine alla latitanza di Giuseppe Pelle, 58 anni, di San Luca, esponente di primo piano nella geografia criminale della ‘ndrangheta.

Leggi il resto

‘Ndrangheta: tonnellate di droga dall’Albania alla Calabria, 25 arresti e 46 indagati

“Operazione Stammer 2-Melina”, disarticolata organizzazione criminale in Calabria: 25 arrestati, tra cui tre capi cosca, responsabili dell’importazione di circa 5 tonnellate di marijuana dall’Albania. Complessivamente 46 indagati

gratteri 8

Dalle prime ore della mattinata è in corso, su gran parte del territorio nazionale, l’esecuzione di decine di ordinanze di custodia cautelare emesse dal Tribunale di Catanzaro e volte a neutralizzare una ramificata organizzazione criminale di stampo ‘ndranghetistico dai marcati profili internazionali, capace di far giungere in Italia tonnellate di marijuana dall’Albania.

Leggi il resto

‘Ndrangheta, in Slovacchia sette italiani arrestati: tra loro l’imprenditore Vadalà di cui aveva scritto il reporter ucciso

Della famiglia dell’imprenditore italiano e dei presunti legami con la criminalità organizzata ha scritto il giornalista nel reportage pubblicato mercoledì dal suo giornale. La pista principale delle indagini è proprio quella che porta in Calabria: il capo della polizia slovacca Tibor Gaspar ha fatto sapere che nel corso delle perquisizioni sono state arrestate complessivamente una decina di persone

Jan-kuciak

di F. Q. | 1 marzo 2018
Sono sette gli italiani arrestati in Slovacchia nell’indagine nata dal reportage del giornalista Jan Kuciak, ucciso domenica con la fidanzata.

Leggi il resto

I ragazzi accanto a Libera: protagonisti di una Locride che cambia -Le scuole incontrano don Luigi Ciotti

Terra: Solchi di Verità e Giustizia” è il tema scelto per il 21 marzo, Giornata Nazionale della Memoria e dell’Impegno in Ricordo delle Vittime Innocenti delle Mafie.

ciotti-libera-palco

A Foggia la manifestazione nazionale ed a Vibo Valentia la regionale per la Calabria.

Leggi il resto

Boss di Palmi al 41bis deve scontare 7 ergastoli, ma potrà andare a casa della mamma, condannata all’ergastolo

Lui è al 41bis e deve scontare 7 ergastoli, la mamma ha 91 anni e deve scontare una condanna all’ergastolo per associazione mafiosa e omicidio, ma presto i due potrebbero incontrarsi a Palmi, a casa della donna.

carcere-768x457

di Bruno Palermo

Loro sono Domenico Gallico, boss di Palmi, e la mamma Lucia Giuseppa Morgante.

Questa la clamorosa notizia riportata dall’Ansa che pubblichiamo di seguito.

Leggi il resto

Kiterion, condanne per oltre 116 anni di carcere e 30mila euro di risarcimento per Libera

Oltre 116 anni di carcere per gli undici imputati col rito ordinario per Kiterion.

Operazione-Kyterion-768x573

di Bruno Palermo

Questa la sentenza di primo grado letta questo pomeriggio nel Tribunale di Crotone. Kiterion è l’operazione della della DDA di Catanzaro denominata gemella di “Aemilia” e “Pesci”.

Leggi il resto

Riace, ispettori prefettizi conquistati dal modello di accoglienza

Funzionari rapiti dal microcosmo di perfetta integrazione costruito nel piccolo borgo dal sindaco Lucano

mario con rocco mangiardi e lucano

“La Prefettura di Reggio Calabria lo scorso 20 febbraio ha finalmente trasmesso al sindaco Mimmo Lucano, dopo non poche resistenze, la relazione relativa all’ultima visita ispettiva svolta nel borgo di Riace sul sistema di accoglienza e di integrazione dei migranti adottato dall’amministrazione comunale, oggetto di un’inchiesta da parte della magistratura.

Leggi il resto

“Dell’Utri fuori dal carcere”. Firmato Potere al Popolo

Abolizione del 41 bis e del principio del fine pena mai. Pietro Milazzo: “È il garantismo di sinistra, la detenzione non deve essere vendetta”.

Pietro-Milazzo-Potere-al-Popolo

 di Miriam Di Peri
“Siamo stati promotori del referendum sull’abolizione dell’ergastolo, quella dello Stato deve essere una condanna, non può essere in nessun caso una vendetta. Siamo contro la pena di morte, siamo contro l’ergastolo.

Leggi il resto