Al via oggi il campo di E!state Liberi a Gioiosa, campo di volontariato e formazione sui beni confiscati alle mafie.

Print Friendly

Da anni l’associazione Don Milani – Onlus in collaborazione con Libera, associazioni, nomi e numeri contro le mafie, offre la possibilità a ragazzi e ragazze provenienti da tutta Italia di essere protagonisti del cambiamento che vorremmo vivere sui nostri territori e testimoni del riscatto sociale per il quale fortemente ci battiamo.

SAMSUNG CSC

L’obiettivo principale del campo è proprio quello di diffondere una cultura del bene comune attraverso l’esperienza concreta sul bene confiscato di “mani pulite che offrono il loro servizio su terre corrotte e mercificate”. Le testimonianze e la formazione sono invece dirette a comprendere che il problema delle mafie riguarda tutti e che solo attraverso la promozione della cultura della giustizia sociale e della legalità si può sconfiggere il fenomeno mafioso.

La possibilità di vivere un’esperienza collettiva e di incontrare durante la settimana di campo compagni di viaggio con cui essere insieme protagonisti del cambiamento è ciò che caratterizza la proposta che da anni Libera fa in tutta Italia. Nel nostro caso, sperimentare e scoprire che il territorio della locride non è solo “pane e ndrangheta” come ci ha ricordato il sindaco Fuda è motivo di riscatto davanti a quell’Italia che tende, a volte, a rilegarci in un angolo considerando solo il “marcio” e non guardando alla bellezza dei nostri territori ed alla fatica fisica ed emotiva che quotidianamente vive chi crede che la nostra terra possa e debba riscattarsi da questo giogo. E’ proprio questo senso di comunità il “noi” che, come ci ricorda Francesco Rigitano presidente dell’associazione Don Milani Onlus, dobbiamo scoprire e riscoprire per essere sentinelle consapevoli ed attente nei territori che abitiamo che, nel caso dei partecipanti al campo, coprono tutta la penisola.

Sono intervenuti Francesco Rigitano – presidente associazione Don Milani Onlus, Salvatore Lacopo – CGIL SPI Calabria, Salvatore Fuda – sindaco di Gioiosa Jonica, Mario Congiusta – coordinamento territoriale Libera locride.

SAMSUNG CSC