Roma – Catturati i latitanti Giuseppe e Antonio Strangio –

Print Friendly

polizia-2

I latitanti Giuseppe e Antonio Strangio, 36 e 33 anni dell’omonima cosca di San Luca, sono stati catturati dagli agenti della Squadra Mobile di Roma, coordinati dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato. Sono stati trovati all’interno di una casa con muri molto alti e recintati. Antonio Strangio è stato sorpreso nel giardino dell’abitazione mentre Giuseppe, il fratello si trovava all’interno. Gli Strangio erano destinatari di un fermo di indiziato di delitto emesso dalla D.D.A. di Roma e Reggio Calabria a conclusione dell’indagine denominata “Acero – Krupy”, condotta nei confronti di appartenenti alle cosche Aquino/Coluccio, Figliomeni, Commisso, Strangio operative in Calabria e nel Lazio, ritenuti responsabili di associazione di tipo mafioso, traffico internazionale di sostanze stupefacenti, traffico di armi e riciclaggio, reati consumati in ambito nazionale e internazionale. Nell’abitazione sono stati trovati 5000 euro, cinque telefoni cellulari e carte di credito.
fonte: strill.it