Svuotacarceri: fuori anche 100 mafiosi, oltre a stupratori e spacciatori

Print Friendly

Svuotacarceri: fuori anche 100 mafiosi, oltre a stupratori e spacciatori

Mentre i giornali parlano di stupidaggini, il governo Letta sta per liberare un centinaio di mafiosi. Il prossimo decreto svuotacarceri prevede infatti la detenzione domiciliare anche ai condannati a pene fino a 6 anni. E in questa entità rientrano molti condannati per reati mafiosi – circa 100 -, nonché stupratori, spacciatori e ladri.

Nel testo ci sono delle enormità giuridiche che se il paese non fosse completamente “rintontito” si ribellerebbe. La gente riempirebbe le piazze per rovesciare un governo di farabutti.

Ad esempio, per “diminuire il sovraffollamento delle carceri”, il governo prevede che, chi è agli arresti domiciliari e deve scontare una pena residua di 4 anni, venga liberato. E cosa c’entra chi è già ai domiciliari (per una pena di 4 anni! che include stupratori) con il sovraffollamento delle carceri?

Non basta, come avevamo già anticipato,  i detenuti a cui mancano 3 anni per uscire, vedono aggiungersi oltre ai premi per buona condotta, già ridicoli di per sé, un ulteriore sconto di pena e quindi la liberazione anticipata.