‘Ndrangheta, operazione “Infinito”: confermate 110 condanne

Print Friendly

‘Ndrangheta, operazione “Infinito”: confermate 110 condanne

Calabria, Mercoledì 24 Aprile 2013 – 09:09

Maria Giorgia Vitale

Sono state confermate 110 condanne dalla prima Corte d’appello di Milano durante il maxi processo alla ‘ndrangheta radicata in Lombardia, scaturito dall’operazione “Infinito” della Dda di Milano, guidata dalla Boccassini che, insieme all’inchiesta “Crimine” della Dda di Reggio Calabria, nel 2010, aveva portato all’arresto circa 300 soggetti.      

Ieri sera, è arrivata la decisione da parte della prima Corte d’appello e durante la lettura del dispositivo, è scattato un applauso, dai toni ironici, all’interno delle gabbie dove c’erano gli imputati di cui, circa quaranta, hanno ricevuto una riduzione di pena.

Al capo del locale di Pioltello, Alessandro Manno sono stati inflitti 15 anni e 3 mesi di carcere, al “capo dei capi” Pasquale Zappia sono stati dati 9 anni.  

A Vincenzo Mandalari, capo del “locale” di Bollate, sono stati inflitti 12 anni e 8 mesi, a Cosimo Barranca, capo della cosca di Milano, 12 anni e a Salvatore Strangio, il presunto boss che controllava il gruppo Perego, 12 anni di carcere. Pasquale Varca, a capo del “locale”di Erba (Como), ha riportato una condanna a 15 anni, mentre l’unico politico rimasto in questo troncone del processo, Giovanni Valdes, ex sindaco di Borgarello (Pavia), si è visto confermare la pena a un anno e 4 mesi per turbativa d’asta.  

fonte: web oggi