Omicidio a Lamezia Terme: Antonio Gagliardi ucciso in un agguato

Print Friendly

Omicidio a Lamezia Terme: Antonio Gagliardi ucciso in un agguato

Omicidio ieri pomeriggio a Lamezia Terme (Catanzaro) nel quartiere Capizzaglie. Antonio Gagliardi, di 41 anni, parente di un collaboratore di giustizia, è stato ucciso sotto l’abitazione della fidanzata in via Bizantini. L’uomo era appena entrato nella sua macchina quando è stato raggiunto da diversi colpi di pistola esplosi con una calibro 7.65.

Almeno cinque i proiettili sparati da un killer con il viso coperto che ha poi fatto perdere in un baleno le sue tracce. Gagliardi è stato attinto al petto e all’addome, dopo aver sentito gli spari la ragazza è uscita in strada e ha dato l’allarme. Prontamente soccorso Gagliardi è morto poco dopo in ospedale a causa delle ferite riportate.

Un agguato di ‘ndrangheta? Il 41enne aveva anche alcuni vecchi precedenti per droga, indagano i carabinieri che pur non trascurando il passato della vittima allo stato non escludono nessuna ipotesi. Il quartiere dell’agguato è ritenuto il fortino del clan Torcasio (contrapposto alla cosca Giampà) colpito nei giorni scorsi dagli arresti di quattro presunti affiliati, mentre rimane ricercato Domenico Torcasio, 44 anni, riuscito a sfuggire al blitz.