‘ndrangheta, una Cadillac e una Triumph fra i beni sequestrati all’ex manager Asl

Print Friendly

‘ndrangheta, una Cadillac e una Triumph
fra i beni sequestrati all’ex manager Asl

Operazione della Dia a carico dell’ex direttore generale dell’azienda sanitaria pavese Chiriaco
Nel mirino anche quote societarie, conti correnti, immobili. Giorni fa un nuovo ordine di arresto

Quote societarie, conti correnti, immobili, lotti di terreno edificabili, due prestigiose autovetture (una Cadillac e una Triumph), per un valore complessivo di circa un milione di euro, tutti riconducibili all’ex direttore della Asl pavese Carlo Chiriaco sono stati sequestrati dagli agenti della Direzione investigativa antimafia (Dia) di Milano. Il provvedimento “preventivo d’urgenza” è stato disposto dalla Procura milanese.


Chiriaco, arrestato nel corso del maxiblitz contro l’ndrangheta del 13 luglio scorso, è stato raggiunto in carcere anche da un nuova ordinanza di custodia cautelare in relazione a un concorso in turbativa d’asta per l’assegnazione in diritto di superficie di un lotto del piano di zona per l’edilizia economica e popolare a Borgarello, che il 21 ottobre scorso aveva portato all’arresto del sindaco del piccolo comune del Pavese, il 41enne palermitano Giovanni Valdes, del vicedirettore generale del Credito cooperativo di
Binasco (Milano), il 46enne milanese Alfredo Introini, e dell’imprenditore immobiliare di origini pugliesi Salvatore Paolillo, 55 anni.