Sparatoria davanti al Santuario di Riace

Print Friendly

Sparatoria davanti al Santuario di Riace -boss ucciso durante la festa

Un commando è entrato in azione davanti al Santuario dei Santi medici Cosimo e Damiano. La vittima è Damiano Vallelunga, capo della cosca di Serra San Bruno

26/09/2009 Un uomo è morto ed un altro è rimasto ferito in una sparatoria avvenuta verso le 12 davanti al Santuario dei Santi medici Cosimo e Damiano, a Riace, nella Locride.

La vittima è Damiano Vallelunga, di 52 anni, ritenuto dagli investigatori il capo dell’omonima cosca di Serra San Bruno (Vibo Valentia), mentre il ferito è un cittadino cingalese.

 

Quest’ultimo, che sarebbe estraneo alla sparatoria e sarebbe stato ferito per caso, è stato portato nell’ospedale di Locri. Le indagini sono condotte dai carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria. (Sul luogo della sparatoria, i carabinieri hanno trovato un fucile caricato a pallettoni ed una pistola. Inoltre è stata rinvenuta anche un’auto risultata rubata. Al momento gli investigatori non escludono alcuna ipotesi, anche se la pista della criminalità sembra quella privilegiata. La vittima probabilmente si trovava a Riace per un incontro nell’ambito della criminalità organizzata reggina.