Processo Congiusta In aula il confronto Maviglia-Caridi

Print Friendly

Processo Congiusta

In aula il confronto tra versioni discordanti

Locri 14 maggio

Continua ad esserci sostanziale dissonanza tra le dichiarazioni rese dai testi Giuseppe maviglia, ex sindaco di Africo e Francesco Caridi, giornalista a capo dell’Ufficio stampa del comune di Sidereo durante l’udienza del processo per l’omicidio del giovane imprenditore Gianluca Congiusta.

 

 


Nelle scorse udienze, infatti, le deposizioni, rese separatamente dai due testi convocati dai difensori degli imputati, divergevano su diversi punti di una certa importanza. Dal luogo dove sarebbe avvenuta la prima confidenza fatta da Maviglia al giornalista, fino alla data in cui sarebbe avvenuta la conversazione finita poi sulle pagine di un settimanale locale, passando infine per la sostanza stessa delle affermazioni sue due individui intravisti qualche giorno prima del brutale assassinio-e scambiati dall’ex amministratore africese per poliziotti-di fronte al negozio di Congiusta.

 

Il confronto tra i due testi di oggi, disposto dal Presidente della corte Bruno Muscolo, non è riuscito a fugare tutte le perplessità venute fuori nel corso dei passati dibattimenti,con Maviglia e Caridi che nella sostanza hanno confermato quanto detto in precedenza,rimanendo sulle loro posizioni.

Unica variante di rilievo la foto scoperta nel suo archivio privato dal giornalista che è servita a identificare la data in cui Caridi avrebbe ricevuto l’informazione.

Di diverso avviso però Maviglia che ha sottolineato come” testa a testa non mi sono mai confidato con nessuno, né tanto meno con Caridi,cui sono comunque amico. Se ho riportato la mia personale sensazione sui due individui che scambiai per poliziotti, lo feci di sicuro a un gruppetto di persone durante una riunione del comitato dei sindaci.

E se il confronto tra i due non è servito a chiarire con certezza le dinamiche dell’incontro,lo stesso si può dire della testimonianza del consigliere comunale Macrì Gerasoloche,smentendo Caridi,ha detto di non ricordare una conversazione a tre tra lui,il giornalista e l’ex sindaco.

Lunedì prossimo nuova udienza.