OMICIDIO A GIOIOSA IONICA

Print Friendly

OMICIDIO A GIOIOSA IONICA

 A cadere sotto i colpi dei sicari un insegnante in pensione. Si indaga a 360 gradi 

 

REGGIO CALABRIA. Omicidio a Gioiosa Jonica, nel reggino. La vittima è Cipriano Scarfò, 85 anni, insegnante in pensione.

Il fatto è avvenuto mentre la vittima rientrava nella sua abitazione.

A sparargli, con una pistola, è stato uno sconosciuto.

L’uomo è morto all’istante. L’omicidio non avrebbe avuto testimoni. Sul delitto indagano i Carabinieri di Locri che non tralasciano alcuna ipotesi.

Contro la vittima uno sconosciuto ha esploso alcuni colpi di pistola calibro 7,65 mentre questa si apprestava ad aprire il portone della propria abitazione dove lo attendeva la badante. Il fuoco del killer non ha dato scampo a Scarfò che è morto all’istante.

I carabinieri del gruppo di Locri, che indagano a trecentosessanta gradi, in particolare, cercano nel passato della vittima il movente del fatto di sangue. Cipriano Scarfò, il quale negli anni Novanta finì in un’inchiesta su un giro d’usura, in passato venne sospettato di contatti con la cosca Ierinò, egemone a Gioiosa Ionica. Si tratta solo di ipotesi, ma il lavoro investigativo dei militari dell’Arma, al momento, non registra significative novità.

(07-01-08)