Gianluca Congiusta La vicinanza dei ragazzi di Bari nel giorno dell’anniversario

Print Friendly

 

 

Gianluca Congiusta- La vicinanza dei ragazzi di Bari

 

 

Le emozioni dei giovani

nel giorno dell’anniversario

Bari. Nello scorso mese di marzo si tiene la giornata nazionale della memoria voluta,come ogni anno,da “Libera” l’organizzazione di don Luigi Ciotti.In quell’occasione,i ragazzi delle scuole medie pugliesi riempino un intero quaderno di frasi dedicate a Gianluca Congiusta.Oggi, proprio nel giorno del tragico anniversario,i ragazzi lo consegnano al padre, Mario.

Era il 24 maggio di tre anni fa.Gianluca fu ucciso in un agguato dalle modalità tipicamente mafiose.

" Io penso che Gianluca abbia fatto un gesto di estrema generosità, sacrificando la propria vita per salvare quella del suocero. Che grande gesto" scive Carlo Morgese della scuola media Carlo Levi.

"Vostro figlio, recita un altro post-it rivolto al padre di Gianluca-non doveva morire ingiustamente, per colpa di chi segue la mafia.Ci dispiace molto per la perdita di vostro figlio.Sappiamo che era un giovane molto impegnato negli studi e nel lavoro.Ci dispiace molto anche per la sofferenza delle sorelle Roberta ed Alessandra.Con il nostro aiuto la mafia deve essere eliminata da ogni parte del mondo".
Un abbraccio dalle alunne Roberta,mariangela,Anna,Francesca,raffaele,Nico ed Irene della II F
Titty,Terry e "tutta la 3a B" scrivono di "un ragazzo semplice,coraggioso,morto ingiustamente per colpa della mafia.Noi ragazzi speriamo che,come la mafia ha avuto un inizio,abbia una fine,con l'aiuto di tutti e con tanto coraggio,proprio come ha fatto Gianluca.
Ragiona,invece antonio della 3B: " Noi giovani dobbiamo avere la voglia di crescere e costruire un mondo diverso.non ci devono essere altre vittime innocenti, come Gianluca Congiusta e dobbiamo creare un futuro di legalità,solidarietà e giustizia".

Roberta della 2C scrive: " Gianluca è stato ucciso ingiustamente da una gang di "POVERI CRIMINALI"che per farsi notare farebbero di tutto,ANCHE AMMAZZARE DEI RAGAZZI INDIFESI.

Un pensiero anche per Mario,il padre di Gianluca alla ricerca di giustizia e verità:Glielo rivolge Lucia Picci 2C: "Gianluca,tuo padre è stato forte e coraggioso:ha trovato i colpevoli senza spirito di vendetta.E' un vero padre!".

L’articolo è di ago.rigi. per Calabria Ora

I ragazzi sono stati seguiti dalla Prof. Franca Redavid responsabile alla legalità della C.Levi.

Una foto scattata a Bari vecchia.Da sinistra Mario Congiusta,Lella madre del povero Michele Fazio,Vittima innocente della mafia,Franca Redavid con accanto due allieve della C.Levi,Il padre di Michele con accanto un'altra alllieva,la nostra guida turistica, che ringraziamo ed infine un amico di "libera"che si è aggregato al gruppo.