E’ giusto elevarlo a simbolo dell’antimafia?

Print Friendly

In risposta a quanto pubblicato da “il Quotidiano” di Giovedì 11, titolato “ E’ Giusto elevarlo a simbolo dell’antimafia?”

Mario Congiusta ,Padre di Gianluca,si pone un’altra  domanda:

Ha diritto di parlare di antimafia chi non ha il coraggio di firmarsi con nome e cognome ,come fanno le persone civili?

Chi si nasconde sotto le iniziali s.p. non ha lui quantomeno mentalità mafiosa?

Gianluca era Gianluca ed io dubito che Lei lo conoscesse.

"purtroppo"Lei non ha letto i messaggi di chi conosceva Gianluca cosi' come non ha saputo leggere le risultanze delle attività investigative.

 

Ad s.p. gli hanno già risposto i Ragazzi di Locri gridando “ Gianluca era uno di noi”.

Se vuole rispondere venga Domenica a Palazzo Nieddu del Rio dove potrà vedere chi sono i Ragazzi simbolo della Calabria migliore ,attraverso un Film-Documentario fatto da uno di loro.

Dubito che Lei voglia uscire dall'anonimato e quindi,ci rimanga per sempre!

Cerchi per il futuro di riservare i suoi sciocchi attacchi ai politici disonesti e non certo all’on.Franco Laratta che insieme a tanti altri rappresentano la politica PULITA.