CONGIUSTA NON INTERROMPE LO SCIOPERO

Print Friendly

NOTA STAMPA
Sciopero della fame di Mario Congiusta.
CONGIUSTA NON INTERROMPE LO SCIOPERO E SI AGGRAVA, A LUI SI AGGIUNGONO I RAGAZZI DI LOCRI ED IL PADRE DI ATTILIO MANCA

Locri (Rc), 14 ottobre 2006, ore 14.00 – Le condizioni di salute di Mario Congiusta si sono aggravate nelle ultime ore. Il dott. Franco Mammì gli ha appena somministrato, infatti, una seconda flebo glucosata. Nonostante le ripetute sollecitazioni da parte dei ragazzi, Congiusta non è intenzionato a cedere la sua protesta. A questo punto si sono aggiunti al suo sciopero ad oltranza della fame anche Aldo Pecora e Maria Grazia Messineo, del Movimento dei ragazzi di Locri “E adesso ammazzateci tutti” e Gino Manca, padre di Attilio Manca, giunto a Locri da Barcellona Pozzo di Gotto (Messina) ad esprimere la propria vicinanza e solidarietà a Congiusta assieme alla moglie ed all’Associazione Rita Atria. In mattinata, di fronte al “camper dei diritti negati”, si è tenuto un sit-in degli studenti delle scuole di Locri, i quali, accompagnati dai professori, hanno tenuto una pubblica assemblea in Piazza del Tribunale, assemblea conclusasi alle ore 13.00 ed al termine della quale Mario Congiusta ha avvertito un malore.
“Ho accolto con viva soddisfazione la notizia dell’interesse del Presidente Napolitano sul caso Fortugno – ha commentato Congiusta – adesso aspetto che il Presidente dica a questi ragazzi, che ora scioperano con me, se è bene che continuino a credere nei sacrosanti valori e diritti sanciti dalla Costituzione repubblicana o se sia meglio continuare a farsi giustizia da soli”.
“Sino a quando non avremo pubbliche e celeri rassicurazioni dallo Stato italiano – affermano Pecora e Messineo – siamo pronti a portare in piazza del Tribunale tutto il Movimento ed occuparla sino a quando le nostre istanze e quelle di Mario Congiusta e di tutte le altre vittime della ‘ndrangheta continueranno a non essere ascoltate”.

Ufficio stampa mobile Ammazzatecitutti.org

NOTA STAMPA
Sciopero della fame di Mario Congiusta – terzo bollettino medico.

“CONGIUSTA INTERROMPA SCIOPERO DELLA FAME”.

Locri (Rc), 14 ottobre 2006, ore 11.00 – “Constatate le condizioni psico-fisiche del signor Congiusta si ritiene necessario far interrompere lo sciopero della fame intrapreso dallo stesso, al fine di scongiurare danni che potrebbero rivelarsi irreversibili in un soggetto già sofferente di serie patologie”. Questa l’analisi del dott. Pierdomenico Mammì, il quale  segue costantemente Mario Congiusta dall’inizio del suo sciopero della fame iniziato 26 ore fa. Prossimo bollettino previsto alle ore 15.00. Tutti gli aggiornamenti saranno disponibili in tempo reale ai siti www.ammazzatecitutti.org e www.gianlucacongiusta.org

Ufficio stampa mobile Ammazzatecitutti.org