Smentita all’articolo di Libero

Print Friendly

In merito all'articolo apparso sul quotidiano Libero di mercoledì 11 ottobre, a firma Antonio Delfino, per la parte dove si legge:
La madre di Massimiliano Carbone,vittima della mafia, tra le proteste per la visita di Prodi è stata fatta allontanare insieme con Mario Congiusta, padre di Gianluca, ucciso da cosa nostra a Siderno 17 mesi fà.

 

L'episodio sopra riportato è falso e destituito da ogni fondamento.
Nè il sottoscritto nè la Sig.ra Liliana Carbone si trovavano a Locri nei pressi del cimitero, in occasione della venuta del Presidente Prodi in Calabria.
Le civili battaglie, per la verità e la giustiziadel sottoscritto e della Sig.ra Liliana vengono condotte nel massimo rispetto delle Istituzioni.

Si diffida chiunque a riportare notizie false e che possono essere deleterie e dannose nei confronti di chi con pacatezza chiede giustizia.
Per evitare il ripetersi di questi spiacevoli episodi, già da subito, ogni mia dichiarazione e/o comunicato stampa saranno interamente pubblicate sui siti.

www.gianlucacongiusta.org

www.ammazzatecitutti.org

Siderno 11 ottobre 2006                                             Mario Congiusta