Calabria, sequestro per 19.800 euro a ex consigliere regionale

Print Friendly

Alberto Sarra è indagato per truffa aggravata e falso

alberto-sarra

I finanzieri di Reggio Calabria hanno proceduto al sequestro per equivalente di una somma pari a 19.800 euro nei confronti dell’ex consigliere regionale Alberto Sarra, in esecuzione di un provvedimento emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari di Reggio Calabria. È quanto si legge in una nota della procura reggina.

Il provvedimento – si informa – è stato emesso dal gip Adriana Trapani su richiesta dal pubblico ministero Mauro Leo Tenaglia, all’esito di un’articolata indagine che vede l’ex consigliere regionale (che ha ricoperto tale incarico sino a marzo del 2010), indagato per truffa aggravata e falso, per essere riuscito ad ottenere – grazie a una Commissione medica compiacente (i cui membri sono co-indagati) – il riconoscimento di un vitalizio (pari a 7.490,33 euro mensili) per inabilità da “causa di servizio”, in relazione a una patologia cardiaca assolutamente indipendente dall’esercizio della carica di consigliere regionale. La somma oggetto di sequestro è il residuo del maggior importo (oltre 160mila euro) già intascato da Sarra a titolo di arretrati, e in parte già da lui restituito.

fonte: il velino.it