In Calabria si muore come nella terra dei fuochi

Print Friendly

Patriciello: rifiuti tossici, Calabria come terra dei fuochi

Calabria Politica
Aldo Patriciello

In Calabria si muore come nella terra dei fuochi. Bisogna smettere di ignorare il dolore dei calabresi che muoiono a causa dei rifiuti tossici.

Patriciello (Fi): “mi batterò perché si faccia luce su questa vicenda. Sono contento del fatto che l’indagine epidemiologica sia partita. La strada dei tumori ad Africo è una triste realtà e le statistiche parlano chiaro. In questo pezzo di Calabria, così come in altre parti del nostro Meridione, si muore per i rifiuti tossici.

E si muore senza capirne il motivo. Se ne capisce la ragione quando è troppo tardi. Ora basta. Sono pronto a battermi perché si possa far luce su questo caso. Cittadini, istituzioni e forze dell’ordine devono combattere questa battaglia insieme. Il Sud distrutto, calpestato e umiliato deve trovare la forza per dire no. Non possiamo girarci dall’altra parte e ignorare il grido di dolore di chi ha perso figli, padri, madri, fratelli e amici in quella via Matteotti che è il simbolo di un male oscuro di cui non riusciamo a percepire alcun segnale. Basta”.