Siderno, accordo tra la Commissione Straordinaria e Locride Ambiente per far partire a breve una raccolta differenziata sperimentale

Print Friendly

Siderno, accordo tra la Commissione Straordinaria e Locride Ambiente per far partire a breve una raccolta differenziata sperimentale

SIDERNO – Primi passi verso la raccolta differenziata, in attesa che venga assegnato l’appalto di cui abbiamo dato notizia questa mattina. Abbiamo appreso, infatti, che ha avuto luogo presso il Comune di Siderno un incontro tra la dirigenza di Locride Ambiente rappresentata dal presidente Giovanni Gerace e dal direttore Gullotto  e la Commissione Straordinaria rappresentata dai prefetti Pitaro e  Cacciola.

L’incontro è servito a fare il punto della situazione sui rifiuti  e cercare di attivare delle iniziative mirate a contenere il più  possibile i disagi per i cittadini e per la stessa città di Siderno. La riunione giunge in un momento in cui la cittadinanza tutta è seriamente preoccupata per le notevoli difficoltà che sistematicamente si incontrano quando si cerca   di normalizzare il più possibile la situazione. La questione discariche  – operative a singhiozzo –  rappresenta il problema principale che, di fatto,  purtroppo,  condiziona tutto il processo organizzativo nella raccolta e nel conferimento dei rifiuti.

Dopo una dettagliata analisi della situazione i Commissari e la dirigenza di Locride Ambiente sono arrivati ad una iniziativa condivisa mirata a limitare il più possibile la quantità di rifiuti che andranno a confluire nei cassonetti e di conseguenza nella discarica.

Locride Ambiente si è impegnata a  strutturare  un piano  che prevede la Città divisa in varie  aree ( 8 – 10) dove a rotazione,  due volte a settimana,  in  giorni prestabiliti saranno posizionati dei container capaci di accogliere separatamente Cartone-Plastica-Vetro-Multimateriale.  Il materiale  sarà smaltito  dalla stessa  Locride Ambiente presso i centri organizzati a ricevere questi materiali. Alcuni  dipendenti della Società   avranno cura di assistere ed indirizzare   i cittadini  nel conferimento  dei rifiuti.

Da parte sua l’Amministrazione Comunale provvederà a rilasciare le autorizzazioni  necessarie, a verificare l’adeguatezza delle aree stabilite e a garantire la presenza dei vigili urbani al fine di controllare che il movimento di mezzi e l’organizzazione del servizio possa avvenire nel modo più ordinato possibile.

Considerato che questa esperienza ,c he gradatamente porterà alla raccolta porta a porta, riuscirà solamente se ci sarà una partecipazione seria,responsabile, costante , di tutti i cittadini, sia  i commissari sia la società hanno ritenuto  utile coinvolgere la Consulta Cittadina affinchè imposti una capillare campagna di sensibilizzazione per  informare  in maniera incisiva e diffusa la cittadinanza.

La Consulta   interpellata tempestivamente  ha dato la sua disponibilità a collaborare evidenziando che, già,  in previsione delle difficoltà  alla definitiva soluzione  del problema, proprio  con il desiderio di sostenere  la Commissione Straordinaria ,aveva partecipato alla costituzione di un “Tavolo Tecnico per l’Emergenza Rifiuti”  costituito da diverse organizzazioni , movimenti, comitati operativi della città rappresentanti   tutte le fasce della popolazione locale.

Considerata, quindi, la necessità di dar vita ad  un  lavoro di squadra e sinergico  e tenendo conto di quanto già programmato si è stabilito di dare attuazione  al più presto possibile alla iniziativa nella consapevolezza   che certamente ci saranno   dei problemi e degli ostacoli da affrontare ma , contando anche sul supporto della cittadinanza, si potranno ottenere risultati positivi. Ad ogni buon conto quanto deciso costituirà  certamente  un segnale di incoraggiamento per  la cittadinanza che da tempo è costretta a convivere con una situazione di estrema precarietà .

fonte:lente locale