Locri: sequestro beni del valore di oltre due milioni di euro

Print Friendly

 

Locri: sequestro beni del valore di oltre due milioni di euro

L’attività ha riguardato la ricostruzione dei patrimoni illecitamente acquisiti dagli indagati dell’operazione «Vangelo»


 

21/10/2009 Beni del valore di 2 milioni di euro sono stati sequestrati dagli uomini della Compagnia di Locri, coordinati dal Comandante Provinciale, nella disponibilità di personaggi legati alla criminalità organizzata dell’alto ionio reggino, tra i quali Luca Mammolenti di Gioiosa Jonica.

 

L’attività ha riguardato la ricostruzione dei patrimoni illecitamente acquisiti dagli indagati dell’operazione denominata «Vangelo», condotta dal Commissariato di Polizia di Siderno e volta a disarticolare un sodalizio criminale dedito al traffico di sostanze stupefacenti.
Proprio sulla base degli elementi raccolti dagli uomini delle fiamme gialle, volti a dimostrare la incongruenza dei redditi dichiarati rispetto ai patrimoni posseduti dagli indiziati, infatti, la sezione misure di prevenzione ha emesso uno specifico decreto di sequestro riguardante due immobili, un’attività commerciale e un magazzino, tutti ubicati nel comune di Gioiosa Jonica, per un valore complessivo di 2 milioni di euro, oltre al sequestro di svariati conti correnti riconducibili ai vari indagati dell’operazione di polizia.