“Deleghistizzare il territorio”

Print Friendly

“Deleghistizzare il territorio”

Acquaformosa,manifestazione anticarroccio sotto la pioggia. Manoccio rilancia


da sinistra: Mario Congiusta-Giovanni Manoccio-Mimmo Lucano

Il giorno dell’orgoglio calabrese contro la Lega Nord. In Piazza Limonello, punto di raccolta della manifestazione “deleghistizziamoci” organizzata ad Acquaformosa, per quasi tutto il pomeriggio di ieri, si è riversata una quantità di pioggia mai vista prima. Acquazzone che ha impedito il programma del giorno.

 

Il sindaco Giovanni Manoccio, l’uomo delle battaglie dal basso (un Comune di mille abitanti)che hanno sempre rilievo nazionale, al nostro arrivo è con Mario Congiusta (il padre di Gianluca) il ragazzo calabrese ucciso dalla mafia e con il Sindaco di Riace a ripararsi dalla pioggia sotto un balcone (nella foto.)

“Ci organizzeremo per ripetere il dibattito-dice facendo spallucce per via del tempo-richiameremo tutti e riproporremo l’iniziativa”.

Manoccio ci spiega poi cosa significa deleghistizzare un territorio dove la lega non esiste: significa aprire una discussione all’interno dell’intero paese sui disvalori rispetto alla cultura meridionale di cui è portatrice la Lega.

Disvalori che sono stati accentuati nell’ultimo periodo soprattutto dall’idea barbara di un amministratore bergamasco che ha voluto rimuovere la targa della biblioteca dedicata a Peppino Impastato. Io credo che forse, non volendo, abbiamo sostenuto la mafia.Questo è un paese dove c’è un parco dedicato a Peppino impastato ed uno alle vittime della mafia (il 30 agosto, un’opera del maestro Magli è stata dedicata a Gianluca Congiusta ed alle vittime innocenti della mafia.)

Deleghistizzare significa proprio questo: fare in modo che la rozzezza culturale di cui è portatrice la lega venga stoppata.

Sul rischio che questa iniziativa possa creare una controcultura del Sud: ”Sono contrario a queste cose. La dimensione culturale che vogliamo prendere è fare in modo che questo dibattito, di cui si è sottaciuto a lungo, possa entrare a far parte dell’agenda politica; per cui interessa di più i partiti al loro interno”.poi aggiunge:le farei leggere lettere che mi hanno mandato in questi giorni:gente del nord che parla in maniera disgustata della Lega e lettere di leghisti nelle quali la parola più gentile che mi hanno dato è quella di essere un Sindaco Mafioso”.

Sul prossimo futuro: “Riproporremo questa tematica anche a livello territoriale. Da ottobre inizieranno altri paesi a fare le delibere di deleghistizzazione”.E annuncia: “Mi hanno già contattato ed al primo consiglio lo farà Santa Caterina e Cerchiara di Calabria e poi tanti altri.Ci sono tanti contatti che abbiamo preso,hanno voluto le delibere e,appena riprenderà a pieno regime la politica avremo tanti comuni deleghistizzati.

Luigi Brindisi per Calabria Ora

foto dal sito www.borgopianura.it

{youtube}XEKsvqy6nNs{/youtube}