‘Ndrangheta, Locride, sequestrati beni per 2.500.000,00 euro

Print Friendly

‘Ndrangheta, Locride, sequestrati beni per 2.500.000,00 euro

LOCRIDE – Continua l’incisiva e capillare azione della Questura di Reggio Calabria di aggressione ai patrimoni delle cosche reggine provento di attività criminose, secondo le direttive del Questore – Carmelo Casabona. Il Presidente del Tribunale di R.C. – Sez. Misure di Prevenzione – dr. LAGANA’ Salvatore, accogliendo integralmente la proposta inoltrata dalla Divisione Polizia Anticrimine della Questura di Reggio Calabria, diretta dal Primo Dirigente della P. di S. Dr. B. SANNA e, dal Commissariato P.S. di Siderno diretto dal Vice Questore Agg. della P.S. SILIPO L., a carico di LUCA’ Nicola, nato il 14.03.77 a Siderno (RC) residente in M.na di Gioiosa Jonica (RC), LUCA’ Orlando, nato il 16.09.62 a M.na di Gioiosa J.ca (RC) ivi residente e SCALI Natale, nato il 06.1.60 a M.na di Gioiosa J.ca (RC) ivi residente, ha disposto il sequestro di numerosi beni mobili ed immobili nella loro disponibilità. I predetti sono stati condannati dalla Corte di Appello di Catanzaro con sentenza datata 14.07.06, definitiva il 20.11.07, nell’ambito del procedimento penale (c.d. “Operazione DECOLLO”), rispettivamente alla pena di anni 7, 8 e 14 di reclusione per traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Detta operazione aveva consentito di far luce su un traffico di sostanze stupefacenti tra la Colombia, la Calabria ed il Nord Italia gestito dai citati LUCA’ e SCALI. Gli stessi facevano arrivare la cocaina dalla Colombia, attraverso il Venezuela e la Spagna, introducendola nel territorio nazionale attraverso il Porto di Gioia Tauro (RC) occultata dentro dei blocchi di marmo.

 

Le indagini di natura patrimoniale curate da personale del Commissariato P.S. di Siderno (RC), diretto dal Vice Questore Agg. della P. di S. Dr. SILIPO Luigi, e confluite nella segnalazione inoltrata al Tribunale M.P. dall’Ufficio Misure di Prevenzione della Questura, diretto dal Vice Questore Agg. della P. di S. Mario. LUCISANO, hanno permesso di accertare l’esistenza di un cospicuo numero di beni immobili, di polizze assicurative ed una società, nella disponibilità dei citati soggetti, per un valore economico sproporzionato ai redditi dichiarati. In esecuzione del citato decreto sono stati sequestrati i seguenti beni:

1)N.3 villette unifamiliare a schiera di circa 170 mq disposte su tre livelli, site in Gioiosa Ionica (RC), nella disponibilità di LUCA’ Nicola;

2)fabbricato a due piani f.t. con seminterrato ed annessa corte di circa 300 mq a piano, sito in Gioiosa Ionica (RC), nella disponibilità di LUCA’ Nicola;

3)appartamento per civile abitazione sito in M.na di Gioiosa Jonica (RC);

4)unità immobiliare di 169 mq con antistante terrazzo 220 mq, sita in Grotteria (RC), nella disponibilità di LUCA’ Nicola;


5)patrimonio aziendale della società “ZAGAREI” s.r.l. avente ad oggetto la vendita di articoli casalinghi, sita in Grotteria (RC), nella disponibilità di LUCA’ Nicola;

6)n.7 polizze assicurative nella disponibilità di LUCA’ Nicola;

7)n.2 fabbricati rurali siti in M.na di Gioiosa Ionica (RC), nella disponibilità di LUCA’ Nicola;

8)appezzamento di terreno con annesso fabbricato rurale, nella disponibilità di LUCA’ Orlando;

9)unità immobiliare al 1° piano di un fabbricato sito in Davoli (CZ), nella disponibilità di SCALI Natale; 10)appezzamento di terreno di circa 20.000 mq, sito in M.na di Gioiosa Jonica, nella disponibilità di SCALI Natale.

Il valore del patrimonio sequestrato ammonta a 2.500.000,00 euro.