Gioiosa Jonica e Marina di Gioiosa Jonica. Arresto per armi, droga, munizioni

Print Friendly
Gioiosa Jonica e Marina di Gioiosa Jonica. Arresto per armi, droga, munizioni

Sabato 08 Agosto 2009

MARINA DI GIOIOSA JONICA – I carabinieri della “Stazione di Marina di Gioiosa Jonica”, comandata dal maresciallo Tomaselli, unitamente a quelli della “Stazione di Gioiosa Jonica”, comandati dal luogotenente Zecca, hanno eseguito un mirato servizio di controllo del territorio, coordinato dalla compagnia di Roccella Jonica, agli ordini del capitano Giglio, all’esito del quale traevano in arresto, in flagranza di reato: – Alì Nicola, nato a Gioiosa Jonica (RC) il 03.03.1953, abitante in c.da Elisabetta n. 63, disoccupato, già noto alle forze dell’ordine, il predetto, accortosi che i carabinieri lo stavano pedinando, dopo avere tentato la fuga, prima, in macchina, con la quale si andava ad impantanare in un vigneto, e, poi, a piedi, venendo però placcato dai militari dopo un rocambolesco inseguimento, nel corso di una perquisizione sul posto, veniva trovato in possesso, abilmente occultati sulla sua persona e nell’abitacolo della sua autovettura, di n. 3 involucri di cellophane trasparente, confezionati sottovuoto, contenenti complessivamente gr. 12 di sostanza stupefacente del tipo cocaina.

La successiva perquisizione domiciliare, in un’abitazione nella sua disponibilità, permetteva di rinvenire il sotto elencato materiale:   – gr. 400 complessivi di cocaina, confezionati in n. 36 sacchetti sottovuoto di cellophane trasparente; – n. 1 pistola cal. 7.65, marca beratta, matr. omissis; – n. 1 pistola cal. 22, marca erma werke, matr. omissis; – n. 1 pistola cal. 7.65, marca beretta, con matricola abrasa; – n. 1 pistola cal 6.35, marca beretta, con matricola abrasa; – n. 1 revolver, marca colt, priva di matricola; – n. 48 cartucce per pistola cal. 22 – n. 55 cartucce per pistola cal. 7.65, marca fiocchi; – n. 100 cartucce per pistola cal. 7.65, marca g.f.l.; – n. 2 cartucce per pistola cal. 6.35 – n. 1 pistola elettrica tipo taser; – n. 1 giubbetto antiproiettile, marca parmisari; – n. 4 bilancini di precisione – n. 1 macchinetta per il confezionamento sottovuoto; – 16.500 euro, tra assegni e denaro contante. Nella circostanza, veniva altresì deferita in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Locri, per concorso in detenzione illegale di sostanze stupefacenti, la sua convivente, Ghicean Maria Camelia, nata in Romania l’8.08.1975, rintracciata unitamente all’uomo all’atto del controllo su strada. Tutto il materiale rinvenuto veniva posto sotto sequestro. Le armi saranno inviate al r.i.s. di Messina per i successivi accertamenti balistici. L’arrestato veniva associato presso la casa circondariale di Locri a disposizione dell’A.g.. I carabinieri stanno adesso valutando eventuali contatti con le cosche della criminalità organizzata operanti in zona non escludendo possibili collegamenti.