CALABRIA NEL SANGUE IUS SANGUINIS = TRIBUTO DI SANGUE- LA MATTANZA CONTINUA

Print Friendly

Calabria nel sangue

ius-sanguinis = tributo di sangue

 

La mattanza continua

Senza la certezza dell’espiazione della pena le croci aumentano ogni giorno e gli assassini tornano tra noi.

 Due carbonizzati nel Cosentino e a Catanzaro. Agguato mortale nel Reggino

E’ stato un risveglio tragico quello di ieri per i calabresi. Nel giro di poche ore infatti si sono consumati tre delitti efferati.

Il più atroce è accaduto nel Cosentino, ad Acri. Vittima un 25enne, Fabrizio Greco, che aveva trascorso la serata insieme a due amici in un locale.
Una volta
usciti fuori hanno cominciato a litigare. La discussione è degenerata fino al punto in cui uno dei due è andato ad un distributore automatico di benzina e ha dato fuoco a Greco, che è morto carbonizzato.
I ragazzi sono stati sottoposti a fermo: l’accusa è di omicidio volontario.

A Catanzaro invece è stata ritrovata un’auto bruciata con dentro il corpo di un agente di commercio, Domenico Donato di 54 anni.

Il terzo fatto di sangue è avvenuto a Brancaleone.A morire sotto i colpi dei killer un ristoratore del luogo, il 55enne Luciano Criseo. L’uomo era cognato e cugino di due collaboratori di giustizia.