ARRESTATO IL SUPERLATITANTE PIETRO CRIACO

Print Friendly

Pietro Criaco, è stato bloccato all'alba dalla squadra mobile di Reggio Calabria
Era ricercato da 11 anni. Ha una condanna definitiva a 14 anni. Grasso: "Un sanguinario
"

Arrestato boss della 'ndrangheta
era tra i 30 latitanti più pericolosi
 

REGGIO CALABRIA – Il presunto appartenente alla 'ndrangheta Pietro Criaco, inserito da undici anni nell'elenco dei 30 latitanti più pericolosi d'Italia, è stato arrestato stamane dagli uomini della squadra mobile di Reggio Calabria, guidati da Renato Cortese, in collaborazione con i commissariati di Siderno e Bovalino.

pietro criaco

Criaco, 36 anni, nativo di Africo, è ritenuto dagli inquirenti uno dei più pericolosi killer in circolazione, organico alla cosca Cordì di Locri. Era ricercato dal 1997 per una serie di reati che vanno dall'omicidio all'associazione di tipo mafioso, alla detenzione di armi. Dal marzo del 2007 le sue ricerche erano state estese al dominio internazionale. Deve scontare una condanna definitiva a 14 anni.Nell'ambito della stessa operazione, condotta all'alba, tre persone, accusate di favoreggiamento, sono state arrestate dalla polizia.

"E' un pericoloso latitante, un sicario del quale i pentiti raccontano che si lavava le mani nel sangue delle proprie vittime – è questo il commento di Pietro Grasso, procuratore nazionale antimafia, sull'arresto di Criaco. "A questo risultato importante – afferma Grasso – si è arrivati grazie al sacrificio di investigatori della poliza che hanno lavorato anche a Natale. L'impegno nella lotta alla 'ndrangheta dipende anche da queste persone che si privano degli affetti dei loro familiari pur di aggiungere un nuovo tassello per rafforzare la legalità".

Il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, in una telefonata al Capo della Polizia, prefetto Antonio Manganelli, ha espresso compiacimento per l'operazione. "La cattura di Criaco costituisce uno degli arresti più importanti effettuati nel 2008 – ha commentato il ministro – e non poteva esserci un segnale migliore per concludere l'anno".

(28 dicembre 2008)