ASL LOCRI NOVE AVVISI DI GARANZIA

Print Friendly

Asl di Locri, Gdf notifica nove avvisi di garanzia

Tra gli indagati anche Pasquale Rappoccio, titolare della Medinex

Reggio Calabria, 23 ott. (Apcom) – La Guardia di finanza di Reggio Calabria, su disposizione della Direzione Distrettuale antimafia reggina, guidata da Giuseppe Pignatone, ha emesso nove nuove informazioni di garanzia nell'ambito di un' inchiesta sugli appalti gestiti dall'Azienda sanitaria di Locri (ex Asl 9) per la fornitura di beni e servizi.

Le indagini che hanno portato ai nuovi provvedimenti, erano state avviate dalla Guardia di finanza dopo l'omicidio del vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria, Francesco Fortugno, primario del pronto soccorso dell'ospedale di Locri, per verificare se l'attività dell'Azienda sanitaria avesse subito condizionamenti da parte della criminalità organizzata. Tra le nove persone indagate c'è il titolare della società Medinex, Pasquale Rappoccio, imprenditore del settore sanitario, nei confronti del quale, la Dda reggina ha chiesto ed ottenuto, dal Gip distrettuale Lucisano, una misura interdittiva all' esercizio dell'attività d'impresa. Nell'ambito, del primo filone di questa inchiesta, nei mesi scorsi, erano stati arrestati i titolari delle società Attimed e Medical ed alcuni dirigenti dell'Asl di Locri accusati di illeciti nella gestione degli appalti. Secondo gli investigatori, la Medinex avrebbe avuto rapporti economici sospetti con l'Asl di Locri.