CASO DEL GIORNO: IL ROGO DI LOCRI

Print Friendly


DE ROSE: “ IN CALABRIA SITUAZIONE DRAMMATICA”

L’ATTENTATO DI LOCRI PREOCCUPA

Pubblicato da Massimiliano Riverso su Febbraio 4, 2008

CASO DEL GIORNO: IL ROGO DI LOCRI 

se  la  situazione non fosse davvero cosi’ preoccupante per la Calabria oserei dire che continuiamo a  vedere un film già piu' volte drammaticamente visto."

E’ questo il commento del presidente di Confindustria Calabria, Umberto De Rose, all’attentato intimidatorio subito dall’impresa “Cave Magno” che sta eseguendo i lavori sulla strada statale 106 nell’area della Locride.

“Si fa un gran parlare in questi ultimi mesi delle varie iniziative per contrastare il fenomeno della criminalita’ mafiosa, del pizzo e dell’usura, di cio’ che si potrebbe fare e di cio’ che anche Confindustria sta mettendo in essere. Ma senza una adeguata presenza dello Stato e senza uno sforzo straordinario di uomini e mezzi dell’intelligence investigativa – aggiunge De Rose – la battaglia intrapresa rischia di essere persa. La vera priorita’ della Calabria, infatti, e’ e deve essere quella di garantire, attraverso tutte le forme ed i mezzi possibili, la sicurezza delle imprese e dei cittadini. Fin quando non ci sara’ sicurezza e fin tanto che illegalita’ e poca trasparenza si intrecceranno con politica ed economia, sara’ davvero difficile convincerci e convincere che abbiamo o che vogliamo veramente voltare pagina. Per quanto ci riguarda, come imprenditori stiamo mettendo in campo una serie di iniziative, alcune anche congiuntamente alla Confindustria siciliana, per rilanciare dall’interno del sistema delle imprese una nuova stagione di rinascita della nostra regione poiche’, diversamente, non basteranno le consistenti risorse comunitarie a cambiare il volto di questa nostra Calabria. Sono certo – conclude De Rose – che insieme a tutte le altre asssociazioni di impresa calabresi, del commercio dell’artigianato e della cooperazione metteremo in campo quanto necessario per individuare percorsi di sviluppo della legalita’ innovativi ed efficaci”. (AGI)