DIECI DOMANDE A RAFFAELE MONTEPAONE

Print Friendly

ritratto-artista

31/10/2017 by carolinaparmeggiani

E’ un anno ricco di impegni e soddisfazioni per il giovane fotografo Raffaele Montepaone, che ha avuto il suo culmine nella vincita del Premio Ram Sarteano durante la settima edizione di MIA Photo Fair, e la conseguente esposizione delle sue opere presso la Rocca Manenti a Sarteano dal 15 luglio fino allo scorso 30 settembre.

Per quanto riguarda quest’ultimo mese, si è tenuta lo scorso 13 ottobre a Palazzo Gagliardi, a Vibo Valentia, la presentazione della sua monografia LIFE (nell’ambito del Tropea Festival Leggere&Scrivere). Il 21 ottobre, invece, si è svolta presso il Museo delle Arti di Catanzaro l’inaugurazione della sua mostra “Oltre gli stereotipi”, che rimarrà aperta al pubblico fino al 31 dicembre. Lo abbiamo intervistato per conoscere meglio il suo lavoro.

Vorrei chiederle una breve presentazione di sé e del suo lavoro.

Dico sempre che io sono un documentarista. Quindi la mansione che penso di svolgere per la società è quella di documentare il mondo, quello che mi circonda, le persone e tutto quello che può essere fermato. Documento il mondo dal mio punto di vista e per come mi arriva.

Ha una galleria che la rappresenta?

Io personalmente non mi sono legato a nessuna galleria ancora. Non ho trovato la galleria che penso mi possa rappresentare e rappresentare il mio lavoro come mi piacerebbe. Quindi faccio da solo, anzi fa da sola la mia compagna Roberta. Io e lei giriamo in lungo e largo l’Italia e l’Europa.

opere-a-saertano

Immagine 1: alcune delle opere di Raffaele Montepaone esposte a Sarteano

Quali criteri adotta per fare una stima del valore delle sue fotografie?

In base alla numerazione dell’opera. Per esempio, io non faccio più di cinque copie più due prove d’autore per opera, a volta anche tre copie più due prove d’autore. In base al curriculum dell’artista, in questo caso me stesso, e in base al curriculum dell’opera.

Per quanto riguarda le attrezzature, quanta differenza c’è tra le spese che devono affrontare fotografi professionisti e amatori?

Sono esattamente le stesse. Non ci vogliono grossi investimenti in attrezzature per creare arte, qualunque essa sia. In questo periodo storico, più che i professionisti sono gli amatori a spendere in attrezzatura, molte volte inutilmente.

Parlando dei suoi lavori, come le viene l’idea e come procede con la messa in pratica?

Per me la fotografia non è idea e messa in pratica, ma sentimento e azione. Anzi, come diceva Bresson: “la fotografia è mente occhi e cuore”.

copertina1

Immagine 2: Raffaele Montepaone, Memoria, 2015.

Alla fine di un lavoro, come fa a “tirare le somme” per determinarne la riuscita? Quali critiri adotta per ritenersi soddisfatto?

In genere mi ritengo soddisfatto già durante il lavoro. Potrebbe essere già dopo il primo scatto, se quello scatto è quello che cercavo io.

Qual è il lavoro a cui è rimasto più legato?

Certamente il lavoro a cui sono più legato, e che ancora non penso sia finito, è Life. È una serie di due lavori in uno, Faces e Hands.

Ha, o aveva, una sorta di “sogno nel cassetto”?

Cercavo e sognavo gratificazioni. Per esempio, conoscere grandi fotografi. Per incanto non solo ne ho conosciuto uno (il maestro Ferdinando Scianna), ma ho avuto l’onore di avere la sua prefazione sulla mia prima monografia da poco stampata: LIFE.

Dopo quanto tempo dalla fine di un progetto si rimette in moto per iniziarne un altro?

Sono sempre in moto, la fotografia non ha bisogno di attese o percorsi da studiare.

Ha già in mente dei progetti per il prossimo futuro?

Ad essere onesto, non lavoro pensando a progetti o serie, o a scrivere tante parole dietro alle fotografie solo perché ora il mercato cerca questi benedetti lavori e progetti concettuali. Potrebbe essere che domani inciampi in una pietra e da li esca una serie che chiamerò, appunto, “La Pietra”. Scherzo. Quelle che saranno le mie fotografie future lo scoprirete.

Maria Carolina Parmeggiani

Immagine di copertina: http://www.archiviofotografico.org/2016/06/07/raffaele-montepaone/

Immagine 1: http://www.ilvibonese.it/cultura/7080-life-raffaele-montepaone-fotografo-vibo-valentia-calabria

Immagine 2: http://www.miafair.it/milano/artisti/raffaele-montepaone/

Fonte:martebenicult.wordpress.com