Locri (RC): Il Sindaco Calabrese appoggia Callipo “qualcuno parlerà di tradimento e di accordi trasversali”

Print Friendly

10718976_10204140149597207_1810587064_n-300x225

Si è tenuto questa mattina presso il Palazzo di Città un incontro tra l’Amministrazione Comunale di Locri e Gianluca Callipo, su volontà dello stesso Sindaco di Pizzo Calabro (VV), per conoscere a fondo e in maniera diretta le reali difficoltà di questo territorio, nonché le problematiche messe in luce da parte degli amministratori locresi in questi ultimi mesi.

Un incontro di cortesia ma anche di apertura da parte dell’Amministrazione Comunale locrese verso un reale miglioramento e ripresa da parte di questo territorio, che guarda con attenzione ed interesse al progetto di cambiamento e di rinnovamento portato avanti da Gianluca Callipo, sullo stesso operato di cambiamento che il Sindaco di Locri ha promesso alla Città e che sta portando avanti da oltre un anno.

All’incontro erano presenti il Sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, insieme a tutta la maggioranza consiliare, nonché il Segretario del Circolo del PD di Locri, Giuseppe Fortugno.

Così il Sindaco di Locri, Giovanni Calabrese, durante il suo intervento: «Salutiamo Gianluca Callipo e lo ringraziamo per la sua presenza quest’oggi. Sappiamo bene che il mancato sviluppo della Locride è stato causato negli anni anche dalla politica e dai politici, che non si sono interessati a questo territorio per come necessario. Il nostro è un territorio disagiato, chiediamo attenzione per l’Ospedale, che la politica ha letteralmente affossato, e tutte le altre problematiche presenti. Noi quest’oggi siamo qui nel presentare a Gianluca Callipo le vere problematiche ed emergenze che sono presenti nella Locride, e al quale chiediamo un reale rinnovamento nell’affrontare queste criticità, ma anche la giusta attenzione per questo territorio. Abbiamo bisogno di una classe politica nuova, che abbia voglia di rischiare di investire nella Calabria e per la Calabria, nella Locride e per la Locride. Di questo ne hanno bisogno i cittadini, che a noi politici chiedono quotidianamente risposte certe ed investimenti per il futuro. Siamo sicuri che Gianluca Callipo, sarà in grado di portare quel rinnovamento necessario e voluto da tutti, e saprà investire le giuste risorse verso questo territorio, che continua ad essere uno degli ultimi d’Italia. E nonostante questo, si continua a tagliare e a sopprimere quello che negli anni è stato conquistato con sacrifici.

Domani mattina – ha concluso Calabrese – qualcuno parlerà di tradimento e di accordi trasversali. La differenza sta nel fatto che noi accogliamo Callipo per comprenderne il proprio progetto politico, così come è nostro uso e costume, pubblicamente e senza accordi sotto banco. Per quanto concerne il “tradimento”, è evidente che l’unico tradimento è stato quello perpetrato da parte della politica nei confronti di questo territorio. La Locride, purtroppo, è stata negli anni elettoralmente sedotta, utilizzata, stuprata ed infine abbandonata. Noi oggi crediamo che si possano creare le condizioni affinchè ciò non si ripeta mai più e soprattutto siamo convinti che ci siano le condizioni per invertire la rotta. Pertanto auspichiamo che il giovane Sindaco di Pizzo possa prevalere alle primarie che si svolgeranno domenica 5 ottobre, soprattutto attraverso il voto libero dei cittadini liberi.»

Queste invece le dichiarazione di Gianluca Callipo: «Ringrazio il Sindaco Giovanni Calabrese, che ho avuto modo di conoscere nella nostra funzione amministrativa qualche anno fa, e che ha accettato con positività l’incontro da me voluto. Per quanto mi riguarda, bisogna andare oltre i fallimenti del passato determinati dalla politica, instaurando una classe politica nuova, partendo dalle risorse dei territori ed individuando le priorità degli stessi. Dobbiamo affrontare tutti insieme i problemi, o meglio le esigenze, quali sono quelle della sanità, disoccupazione, trasporti, rifiuti.

Per questo motivo bisogna andare a votare, altrimenti si da conferma alla vecchia classe politica. Sono sicuro che riuscirò a vincere le primarie anche perché le persone sono stanche delle solite persone, dei soliti politici, della vecchia classe politica. Tutti insieme bisogna mettere le basi per un futuro nuovo. Bisogna lavorare adottando nuovi valori. Partendo ad esempio dal merito, passando poi dalla legalità. Con queste caratteristiche riusciremo a migliorare e a rendere efficiente un apparato burocratico regionale che è l’esatto contrario di quello che dovrebbe essere. Basta mettere le persone giuste, con le giuste professionalità, al posto giusto.

La Locride, negli anni, sicuramente non ha ricevuto le giuste attenzioni che merita da parte della politica. Qui si è davvero gli ultimi. Quindi bisogna sicuramente investire e far recuperare il terreno necessario che si è perso negli anni. La mia presenza quest’oggi determina proprio questo. Sono qui per dare il mio contributo fattivo alla rinascita di questo territorio.»

fonte: CM NEWS.it