PROCESSO RECUPERO BENE COMUNE: 12 ANNI A FIGLIOMENI

Print Friendly

Figliomeni Alessandro riviera

Contrariamente alle previsioni, è arrivata attorno alle 12.30 di oggi la sentenza del processo scaturito dall’operazione denominata “Recupero -Bene Comune”. Le pene inflitte dal collegio giudicante presieduto da Alfredo Sicuro e ritiratosi venerdì in camera di consiglio, hanno di fatto soddisfatto le aspettative dell’accusa.

Alla sbarra 56 imputati accusati a vario titolo, di associazione mafiosa, associazione finalizzata al narcotraffico, intestazione fittizia di beni, riciclaggio, estorsione ed altro. Il pm aveva chiesto 6 secoli di carcere per 49 imputati e l’assoluzione per i restanti . Nel procedimento penale compariva anche l’ex sindaco di Siderno Alessandro Figliomeni, per il quale il pm De Bernardo aveva invocato una condanna a 16 anni per associazione mafiosi. I giudici del tribunale di locri lo hanno condannato a 12 anni di reclusione. Più che elevata la pena inflitta a Francesco Muià 26 anni e 2 mesi ed a Michele Correale, alias zorro, condannato a 25 anni di carcere a fronte di una richiesta di condanna pari a 22 anni perchè accusato di associazione mafiosa, narcotraffico ed altro. 17 anni di reclusione è ancora quanto disposto per Riccardo Rumbo detto Frank, ritenuto il dominus della presunta ‘ndrina di contrada Donisi, nonchè lo stratega di una serie di investimenti anche nel settore immobiliare. 16 anni e 8 mesi è la pena inflitta a Giuseppe Correale detto “sparacaglia”, 14 anni ad Antonio Futia alias “u ‘ngilla”, 13 anni e 6 mesi a Cosimo Ascioti, 10 anni e 10 mesi ad Antonio Costa, 11 anni a Michele Costa e 5 a Giorgio Futia, 1 anno e 6 mesi e 600 euro di multa a Vincenzo e Antonio Commisso, 1 anno e 6 mesi a Domenico, Francesco, Giuseppe e Maria Figliomeni, 4 anni e 6 mesi a Vincenzo Figliomeni, 5 anni e 18mila euro di multa a Giorgio Futia, 8 anni a Michele Futia cl 33, 9 anni e 6 mesi a Michele Futia cl 90, 8 anni e 3500 euro di multa a Antonio Galea, 11 anni a Riccardo Gattuso, 11 anni a Domenico Giorgini, 14 anni a Giuseppe Muià, 15 anni a Giusepope Napoli, 2 anni e 900euro di multa a Michele Sorbara, 3 anni e 10mila euro di ,multa ad Antonio Scarfò, 1 anno e 6 mesi e 3000 euro di multa a Carlo Scarfò,2 anni a Gennaro Tedesco.
Assolti invece per i reati piu’ gravi: Antonio Figliomeni cl 66, Francesco Figliomeni cl 67, Carnmelo Fimognari, Massimo Pellegrino, Cosimo Commisso, Cosimo Simonetta, Antonio Costa, Michele Costa, Michele Reale, Michele Futia cl 33, Paolo Correale, Giuseppe Muià, Michele Futia cl 90, Michele Futia cl 88, Giorgio Futia, Scarfò Antonio, Scarfò Carlo, Ascioti Cosimo, Baggetta Domenico, Baggetta Antonio, Vincenzo Slaerno, Pasquale Pacicca, Gennaro Tedesco e Domenico Futia per non aver commesso il fatto.