Processo d’appello bis Si torna in aula domani per il delitto Congiusta

Print Friendly

gianluca da quotidiano

SIDERNO – Si torna domani in aula per il processo d’appello bis nei confronti di Tommaso Costa per il delitto di Gianluca Congiusta.

Costa dovrà essere riprocessato perché la Corte di Cassazione aveva giudicato non soddisfacente la sentenza di secondo grado che condannava il boss di Siderno all’ergastolo per l’omicidio del giovane imprenditore avvenuto il 24maggio del 2005 a Siderno.

La Suprema Corte aveva annullato con rinvio la sentenza d’appello confermando in via definitiva 15 anni di reclusione per associazione mafiosa per il solo Giuseppe Curciarello.

Il dibattimento prenderà dunque il via domani a Reggio Calabria e proverà a districare le questioni che la Cassazione ha trovato
non sufficienti per considerare Costa colpevole.

Potranno entrare nel processo,qualora ci fossero, anche nuove prove. Interessante capire se accusa o difesa chiederanno di sentire il fratello del boss, l’oggi pentito Giuseppe Costa che a Tommaso ha imputato anche alcuni omicidi della faida di Siderno.

Tommaso Costa è stato condannato in due gradi di giudizio all’ergastolo anche per il delitto di un altro imprenditore della Locride, Pasquale Simari, avvenuto nel luglio del 2005 nel centro di Gioiosa Jonica.
p.v.

Fonte: il quotidiano