Tragedia a Lampedusa

Print Friendly

Tragedia a Lampedusa


Le immagini e le testimonianze di quanto accaduto a Lampedusa impongono una presa di coscienza da parte di tutti noi, nessuno escluso.

 

Cittadini, istituzioni, comunità locali e nazionali. Comunità Europea. Urge una presa di coscienza e azioni conseguenti ed immediate.

 

Non si può morire così. Non si può trattare donne, uomini e bambini in questo modo. Fingere di non vedere, voltare la testa dall’altra parte.

 

Facciamoci carico di questa tragedia e non per qualche ora di indignazione e sconforto, ma per il sempre del giorno per giorno affinché non si ripeta mai più.

 

Perché quei corpi in balia del mare sono i nostri corpi. Perché quei bimbi presi a schiaffi dalle fiamme e dall’acqua sono i nostri figli.

Perché quei morti siamo noi.

 

Rete dei comuni solidali