Napolitano: carceri, ‘Aule valutino indulto e amnistia’

Print Friendly

Napolitano: carceri, ‘Aule valutino indulto e amnistia’

Cancellieri, sovraffollamento è emergenza civile

28 settembre, 15:48

NAPOLI – ”Ho pronto un messaggio al Parlamento sulla situazione delle carceri”. Lo ha annunciato il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, durante il suo intervento in occasione della visita nel carcere di Poggioreale a Napoli.


”Pongo al Parlamento un interrogativo: se esso ritenga di prendere in considerazione la necessità di un provvedimento di clemenza, di indulto e di amnistia”.

“Non è solo la sentenza di Strasburgo che noi dobbiamo rispettare; noi dobbiamo rispettare un imperativo umano e morale”, ha detto il capo dello Stato. Una frase che ha raccolto gli applausi di detenuti, guardie carcerarie e volontari.

Cancellieri, sovraffollamento è emergenza civile  – Il sovraffollamento nelle carceri “e’ una vera e propria emergenza civile, oltre che etica e morale, che ci allontana sempre piu’ inesorabilmente dalla funzione di rieducazione che il costituente ha assegnato alla pena”. Lo ribadisce il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri, nell’intervento che ha inviato al Congresso straordinario dell’Unione delle camere penali. Per questo il sistema penitenziario rappresenta “un prioritario terreno di intervento” e in particolare “l’eccesso di carcerazione che ancora connota la nostra legislazione”.

Bisogna “sempre piu’ far leva sulle misure alternative alla detenzione carceraria, ovviamente senza trascurare le altrettanto forti esigenze di sicurezza”, sostiene il Guardasigilli, che pone tra priorità anche la questione della “durata irragionevole dei processi”. Cancellieri invita infine a “sostenere con saggezza” la riforma della geografia giudiziaria, piu’ che per i risparmi che consentirà, per le “notevoli ricadute positive” sul piano dell’efficienza della macchina giudiziaria.

De Magistris,segnale significativo visita Napolitano – ”Un segnale significativo”. Cosi’ il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, commenta la visita del Capo dello Stato al carcere di Poggioreale. ”Noi dobbiamo ricordare che tutte le persone hanno pari dignità” ha detto De Magistris, a margine delle celebrazioni per i 70 anni delle Quattro Giornate di Napoli alle quali ha partecipato il Presidente Napolitano. ”Anche chi ha commesso un crimine – ha aggiunto – o e’ in attesa di giudizio, merita rispetto e attenzione”. Il sindaco di Napoli ha sottolineato che ”la misura della civilta’ di un Paese non e’ il livello di vita dei ricchi, ma di chi e’ in difficolta’. C’e’ bisogno – ha concluso – di carceri degne di uno Stato di diritto”.


Pillole di ucceo goretti
Cari amici Vi scrivo così mi distraggo un po’
e siccome siete  molto lontani più forte Vi scriverò.
Anche io sono d’accordo che l’attuale detenzione allontana sempre di più dalla funzione di rieducazione che il costituente ha assegnato alla pena, i detenuti hanno perso ogni dignità con questo sistema carcerario inumano, passano anni ed anni senza far nulla riscshiando la depressione.Bisogna restituire la dignità ai detenuti siano essi assassini o stupratori.
Ed allora?
Mi hanno insegnato che solo il lavoro restituisce la dignità alle persone.

FATELI LAVORARE!
ucceo goretti