Todmordem-Sembrerebbe un’utopia

Print Friendly
Mosaico dei giorni
Todmorden
26 ottobre 2012 – Tonio Dell’Olio
 Don Tonio Dell’Olio
Sembrerebbe un’utopia, una cittadina immaginaria inventata da qualche sociologo per descrivere la comunità ideale, eppure è tutto vero. A Todmorden, un comune dell’Inghiliterra, gli abitanti coltivano i propri ortaggi in ogni luogo pubblico che lo permette con l’obiettivo di diventare completamente autosufficienti nel giro di pochi anni. Nessun camion o treno merci trasporterà verdura a Todmorden. 

Il progetto si chiama Incredible Edible (incredibilmente commestibile) e ha come obiettivo principale quello di rendere Todmorden autosufficiente in frutta e verdura entro il 2018! Nessuno raccoglie più di quanto ha bisogno, prima di tutto perché non ne avrebbe il motivo (se si dovesse prendere troppo raccolto si rischierebbe poi di farlo andare a male) e secondo perché come ha spiegato la co-fondatrice del progetto Mary Clear: «semplicemente questo non accade, abbiamo fiducia nelle persone, noi crediamo e siamo testimoni di questo, le persone sono oneste». 
Oltre alle aiuole, un grande frutteto di duecento alberi nel centro della città e luoghi insoliti dove vengono coltivati gli ortaggi: infatti oltre ai classici parchi, possiamo trovare frutta e verdura anche davanti alla stazione di polizia, al comune, o addirittura nel cimitero. 
Da cosa nasce cosa e oggi sono attivi diversi corsi e lezioni sull’orticoltura, su come conservare frutta e verdura, ma anche su come farsi il pane. L’iniziativa ha sicuramente fatto notizia, in Inghilterra sono già 21 i comuni che stanno cominciando a sperimentare dei progetti di questo tipo, non solo, l’interesse è forte anche in altre realtà europee (Germania e Spagna) e non (Canada e Hong Kong)! Chi l’avrebbe mai detto, non molto tempo fa, che la città del futuro sarebbe stata verde invece che grigia, e con frutta e verdura in ogni angolo al posto delle macchine volanti? (fonte: growtheplanet.com, comune-info.net)
http://www.peacelink.it/mosaico/a/37144.html