Siderno, scoperto bunker nell’abitazione di Antonio Coluccio, cugino di Rocco Aquino

Print Friendly

Siderno, scoperto bunker nell’abitazione di Antonio Coluccio, cugino di Rocco Aquino


I Carabinieri del Ragruppamento Operativo Speciale e del Gruppo di Locri, supportati dallo Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, nel corso di predisposte attività di controllo del territorio, impartite dal Comandante Provinciale di Reggio Calabria, Colonnello Pasquale Angelo Santo, nell’ambito del cd. “Progetto Reggio Calabria”, hanno rinvenuto un bunker nell’abitazione di Coluccio Antonio cl. 1969, persona già nota alle Forze dell’Ordine, cugino del latitante Aquino Rocco cl. 1960.

In particolare, l’operazione odierna è stata eseguita sotto le direttive della Direzione Distrettuale Antimafia, che ha autorizzato diverse perquisizioni volte alla cattura dei latitanti della famiglia degli Aquino, già irreperibili dal luglio 2010 in quanto colpiti da ordine di carcerazione nell’ambito del procedimento penale che li vede indagati per associazione di tipo mafioso (Operazione “Il Crimine”).
Durante i controlli eseguiti presso l’abitazione del Coluccio i militari sono rimasti sorpresi da alcune anomalie strutturali dell’abitazione e, dopo una minuziosa ricerca, hanno scovato in un sottoscala un nascondiglio di 1.5 x 3.5 metri e dell’altezza di 2.5 metri, accessibile tramite una botola in cemento armato scorrevole su binari. All’interno del nascondiglio, posto sotto sequestro, veniva rinvenuto materiale logistico per brevi permanenze.