La verità sulla manifestazione a Rosarno-Eravamo più di mille.

Print Friendly

Clicca sulla foto per guardare il filmato della verità

{youtube}MkJQCJCFOzQ{/youtube}

Gli studenti hanno potuto portare lo striscione che era stato “oscurato e censurato”  e non solo quello.

 

Tra gli altro striscioni, quello dei “ragazzi di Locri” con lo slogan “Papà cos’era la mafia” e quello degli studenti del Liceo Artistico “E. Catalano” di Palermo con lo slogan “mafia è sopraffazione” che gli studenti avevano fatto sfilare nelle srade di Locri, in occasione dello sciopero della fame di Mario Congiusta. Entrambi gli striscioni sono stati donati all’associazione Gianluca Congiusta onlus, affinchè li conservi nel tempo a testimonianza dell’impegno degli studenti contro la mafia dallo Ionio al Tirreno.


Questo si voleva,questo lo scopo della manifestazione e questo il successo.

L’associazione Gianluca Congiusta Onlus ringrazia le giovani organizzatrici Anna Leonardi e Francesca Chiappetta per l’impegno profuso.

Tutto il resto è noia!