Quel ponte non unisce due coste ma due cosche

Print Friendly

Quel ponte non unisce due coste ma due cosche

 

BOLOGNA, 29 Nov – “Quel ponte non unisce due coste ma due cosche”.

Don Luigi Ciotti, presidente di “Libera”, ha chiesto di posticipare la realizzazione del Ponte sullo Stretto di Messina, per dedicare quelle risorse ad altre opere.

 

Lo ha fatto dal palco di “Politicamente Scorretto”, la Tregiorni alla Casa della Conoscenza di Casalecchio di Reno (Bologna), in cui l’ideatore della rassegna, lo scrittore Carlo Lucarelli, ha rilanciato il suo appello per destinare alla cultura una parte dei beni confiscati alla mafia.