Luigi Ciotti a nome di Libera e Gruppo Abele aderisce all’appello dei Giuristi sulla liberta’ di Stampa

Print Friendly

Luigi Ciotti a nome di Libera e Gruppo Abele aderisce all’appello dei Giuristi sulla liberta’ di Stampa


“L’articolo 21 della Costituzione prescrive che tutti abbiano «il diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero, con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione», ma oggi esistono forme di censura più subdole, meno avvertite, di quelle che tradizionalmente caratterizzano i sistemi non democratici.

In un mondo divenuto globale, governato dalla preminenza del mercato e della finanza, dove anche la persona viene spogliata della sua centralità e trasformata in merce, anche l’informazione troppo spesso è piegata a interessi e logiche diverse da quelle della verità. Non dovrebbe esserci bisogno di mettere accanto alla parola “informazione” l’aggettivo “libera”. Perché l’informazione o è libera o, semplicemente, non è informazione: è propaganda, marketing, falsificazione. Senza una libera informazione non c’è democrazia”.