DIFENSORE STRANGIO SPERO PROCESSO GIUSTO

Print Friendly

‘Ndrangheta, San Luca. Antonio Russo, difensore di Strangio:”spero in un processo giusto”

REGGIO CALABRIA, 4 Aprile 2009 – «Che Giovanni Strangio venga estradato in Italia o in Germania non è rilevante. Quello che mi preme è che nei suoi confronti venga celebrato un processo giusto, nel rispetto delle regole procedurali e delle garanzie difensive».

Lo ha detto l’avvocato Antonio Russo, che difende il giovane indagato per la strage di Duisburg arrestato il 12 marzo scorso ad Amsterdam. «Voglio sottolineare – ha aggiunto Russo – che, al momento, a carico di Strangio non c’è alcuna prova di responsabilità in merito alla strage del Ferragosto 2007 in quanto il filmato che dovrebbe dimostrare la sua presenza sulla scena del delitto non è stato trasmesso dall’autorità giudiziaria tedesca a quella italiana, che di conseguenza non ne ha potuto verificare il contenuto». «Tra l’altro – ha detto ancora il penalista – gli inquirenti tedeschi hanno ignorato la richiesta di rogatoria fatta dalla magistratura italiana per la trasmissione del filmato. E quindi, di fatto, il giudice italiano e noi come difensori non abbiamo potuto verificare e valutare la prova che si assume essere esistente nei confronti di Strangio». (Ansa)