Buon compleanno Gianluca

Print Friendly

 

19 Dicembre 2014

gianluca

 

Buon Compleanno Gianluca

Se tu oggi fossi fisicamente tra noi, questo sarebbe un giorno normale come tanti altri.

Al mattino, io, mamma, Roberta ed Alessandra ti avremmo dato un bacio, un abbraccio, un semplice Auguri Luca, buon compleanno, e poi tutti al lavoro come un giorno normale appunto.

Tu saresti andato nel tuo Centro Tim di Siderno, Roberta in quello di Marina di Gioiosa, mamma ed Ale al negozio di abiti da sposa ed io nel call-center.

Poi, tu avresti ricevuto un augurio dalle tue collaboratrici e poi, tra un cliente, un amico che passava a salutarti, Ciccio che ti aspettava perché era rimasto senza sigarette, saresti andato da Raffaele per il caffè, per gustarlo insieme ad amici e conoscenti come ti piaceva fare.

E poi e poi e poi, tante piccole altre cose.

Piccole cose, perché noi non eravamo abituati a quelle grandi, non ci servivano, non ne sentivamo il bisogno, cosi come non lo sentiamo oggi.

Poi la sera ti avrei portato un piccolo regalo, ti avrei detto la solita frase, Lù questo è per te. Magari sarebbe stata l’ennesima cravatta scelta da Badia.

Anche quest’anno un piccolo regalo, ma non la solita cravatta.

 

Auguri Luca questa è per te:

 

Un uomo non può perdersi,

se ha lasciato mille segni di sè,
se ha occupato uno spazio,
se lo ha attraversato, vissuto, goduto, sofferto,
se ne ha fatto parte,
se lo ha colmato in tutte le sue dimensioni, in tutte le sue forme.

Un uomo non può perdersi,
se è esistito, se ha lasciato le sue impronte,
se, anche solo per una volta o per cento o per mille,
ha avuto un pensiero e lo ha condiviso, nutrito,
fatto crescere in sè ed esternato.
Se ha amato, se si è imbattuto negli altri,
se ha condiviso le speranze,
se ha avuto idee e se ha creduto in esse.

Un uomo non può perdersi,
se ha occupato la mente e il cuore di un’amica, di un amico,
se lo ha divertito, accompagnato, aspettato, confortato.

Un uomo non può perdersi,
se ha impresso nel suo sguardo il profilo dei volti cari,
il contorno delle cose, il colore delle emozioni vive,
il ricordo della sua sposa, dei suoi figli, dei suoi nipoti.

Un uomo è oltre lo spazio che appartiene alle cose,
è nei pensieri di chi lo ama,
nei luoghi senza contorno della memoria,
ove i ricordi trattengono in sè le emozioni,
ora restituite al dolore e alla costernazione.

Tutti gli spazi, svuotati del tuo sorriso, si colmeranno.
Allora ci sembrerà di imbatterci ancora nella tua figura,
di udire i tuoi passi e la tua voce
e sapremo cogliere i segni della tua memoria.

Buon compleanno Luca, tu non ti sei perso, perchè hai lasciato mille segni di te.