L’evento. Due ragazzi, la Costa dei Gelsomini e una zattera fatta da bottiglie di plastica

Print Friendly

rosetta

Cosa vogliamo fare?

La Locride è un territorio composto da 42 comuni ricchi di storia e tradizioni. La parte di territorio che si affaccia sul mare viene chiamata la Costa dei Gelsomini, nome che deriva dall’antica tradizione di estrarre l’essenza di questo fiore per essere poi esportato all’estero. In alcuni comuni della Locride è presente una scarsa dimestichezza con la gestione dei rifiuti e con le buone pratiche di pesca e tutela delle acque marine.

Quello che vorremmo fare noi è sensibilizzare i cittadini delle Locride verso la tutela della fauna e vegetazione marina e verso una politica di riciclo e riuso di materiale non organico.

Per la tutela della fauna marina si intendono tutte quelle azioni volte alla prevenzione e alla cura della tartaruga marina caretta caretta e alla tutela del cavalluccio marino, ormai entrambi in via di estinzione. I pericoli per questi animali sono legati alle azioni provocate dall’uomo e, in particolar modo, alla presenza di materiale plastico all’interno dei mari che diventa, per molti aspetti, pericolo per tutta la fauna marina. Altra problematica presente nelle nostre coste è l’attività di pesca con metodi di rete a strascico che provoca la distruzione di tutti gli habitat delle diverse specie di pesci.

Per riciclaggio dei rifiuti si intende tutta quella serie di strategie e metodologie volta a recuperare materiali utili dai rifiuti al fine di riutilizzarli, anziché smaltirli direttamente in discarica. Il riciclo riduce così il consumo di materie prime, l’utilizzo di energia e l’emissione di gas serra associati.

La plastica è un materiale molto usato ed è uno dei principali componenti dei rifiuti solidi. È un materiale non biodegradabile, infatti il suolo impiega all’incirca millecento anni per smaltirlo. Alcune tipologie di plastica, inoltre, quando bruciate, sono tossiche. Molti tipi di plastica possono essere facilmente riciclati, mentre per altri tipi la procedura è più complessa.

Vorremmo realizzare per questa campagna di sensibilizzazione una zattera con materiale plastico riciclato.

Il percorso in zattera a veli e con appositi remi prevede la partenza da Locri a Gioiosa Marina (circa 18 Km), attraversando anche la città di Siderno marina. Il percorso è del tutto green in quanto lo spostamento avviene con l’utilizzo di appositi remi e una vela per sfruttare l’energia del vento.

Chi siamo

salvatore-e-serena
Salvatore Condarcuri e Serena Tozzi, 46 anni in due e una passione comune per l’avventura e l’ambiente. Abbiamo sognato da tempo questo viaggio e ora finalmente abbiamo riunito tutti i pezzi per partire. Salvatore, col cuore locrese, studia turismo e ambiente da dieci anni e lavora presso il Parco Nord di Milano e svolge ore di tutorato a studenti disabili presso l’Università degli Studi di Milano. Serena, nata e vissuta ad Atripalda, in provincia di Avellino, si dedica allo studio a tempo pieno, infatti, è iscritta al suo secondo anno di Lingue e Letterature Straniere. Durante il suo tempo libero le piace leggere e avventurarsi in posti a lei sconosciuti.

Rosetta invece è il nome della zattera lunga due metri per un metro e mezzo di larghezza, composta da più di 500 bottiglie di plastica e 4 taniche d’acqua e con una vela. Rosetta avrà la capacità di sostenere due persone a bordo che con la sua dote di galleggiamento permetterà ai due ragazzi di rimanere a galla e remare fino a che non raggiungeranno l’obiettivo che si sono prefissati.

Quando partiremo?

Da metà agosto il mare sarà sotto i nostri piedi e la nostra zattera. L’avvio anticipato del crowfonding ci servirà per raccogliere il materiale per la costruzione della zattera e di tutti gli strumenti che ci serviranno per la gestione del progetto.

Come utilizzeremo le donazioni?

La quasi totalità delle donazioni serviranno per acquistare tutto il materiale necessario per la costruzione della zattera, inoltre una piccola parte dei fondi sarà utilizzata per la creazione di magliette e gadget con sopra stampati, oltre al logo dell’evento, anche tutti gli Sponsor e i Partner del progetto. Un’ultima parte della donazione sarà utilizzata per l’acquisto di un’Action Cam per realizzare video anche sottoacqua.

Per ogni euro donato:

– 80 centesimi serviranno all’acquisto del materiale per costruire Rosetta, la zattera e per l’action cam;

– 8 centesimi è il costo del servizio che GoFundme offre;

– 12 centesimi serviranno per l’organizzazione del progetto e la stampa di gadget

Perché lo facciamo?

– Stiamo studiando la questione ambientale da anni e ci teniamo che il nostro territorio sia pronto per attuare delle politiche di riciclo e di tutela;

– Unire la passione per quello che si fa con un buon motivo per farlo ci rende veramente orgogliosi;

– Siamo anche curiosi di capire come reagiranno i cittadini della Locride a seguito di questa iniziativa;

– Siamo felici di viaggiare con dei mezzi di trasporto impensabili e facili da creare;

– La Locride è un posto incantevole e vorremmo raccontarla per le sue bellezze culturali, paesaggistiche e storiche/artistiche.

cosa creeremo?

– Materiale fotografico e video con le varie condivisioni tra i Social Network più conosciuti (Facebook, Istangram, Youtube, Twitter e Periscope);

– Elaborazione e montaggio di un video;

– Le donazioni più generose riceveranno alcuni gadget e set di fotografie inedite;

Noi siamo pronti e carichi per partire, ma abbiamo anche bisogno del vostro aiuto per riuscire a creare un qualcosa di creativo e unico!

Link utili

http://rosetta20.wordpress.com

https://twitter.com/Zattera20

https://www.facebook.com/Zattera-20-Rosetta-1069270919868508/?