Sparatoria in un bar di Toronto, morta una calabrese che lavorava nel locale: indagini sul movente

Print Friendly
La donna era originaria di Siderno e lavorava nel locale. Secondo la polizia canadese non era lei l’obiettivo dei killer, ma si è trovata nel posto sbagliato ed è stata uccisa

di PASQUALE VIOLI

toronto

SIDERNO – Due italiani muoiono al termine di una sparatoria in Canada, una delle vittime è Maria Voci, 47 anni di Siderno.

Una vera tragedia quella che ieri ha colpito la caffetteria “Moka Espresso” di Vahugan a Toronto, a due passi da Woodbridge la zona della città abitata da migliaia di calabresi emigrati in Canada. Sotto i colpi del killer è caduto Christopher Desimone di 24 anni e Maria Voci, altre due persone sono rimaste ferite ma non sarebbero in pericolo di vita.

Maria Voci, sidernese da anni trasferitasi in Canada, era una dipendente della caffetteria di proprietà di altri calabresi, non sarebbe stata lei l’obiettivo di chi ha sparato, si è trovata nel posto sbagliato al momento sbagliato, al momento pare la polizia stia concentrando le sue attenzioni sulla figura di Desimone quale obiettivo dell’assassino. Sulla dinamica dell’accaduto sono ancora cauti gli investigatori locali, ma da una prima ricostruzione pare non si sia trattato di una rapina, il killer, sembra una sola persona, sarebbe entrato all’interno del “Moka Espresso” ed avrebbe iniziato immediatamente a sparare. Poi, velocemente, si sarebbe dileguato a bordo di una vettura sportiva di colore scuro. Questo quanto ricostruito a poche ore da duplice omicidio e riportato nell’edizione odierna del Quotidiano cartaceo.

Maria Voci lascia tre figli, era una donna ben voluta ed amata da parenti ed amici, tutti parlavano bene di lei.

 fonte:il quotidiano