Primo Premio Lunga marcia della memoria

Print Friendly

Primo Premio Lunga marcia della memoria

In occasione della quarta edizione della Lunga Marcia della Memoria, appuntamento annuale promosso dall’associazione per sperimentare linguaggi e pratiche per un’antimafia sociale, daSud lancia la prima edizione del “Premio Lunga marcia della memoria“. Si tratta di un concorso fotografico a tema: “L’ultima foto alle mafie“.

Cos’è la mafia nella tua Regione, cos’è la mafia vista dalla tua Regione?
L’invito è raccontare le mafie, presenti ovunque e in diverse forme, su tutto il territorio nazionale. Vittime, sottosviluppo, violenza ma anche antimafia, esperienze virtuose, lotte ed esperienze di resistenza. Nuove forme che le mafie assumono, sfruttamento, migranti, grandi opere, finanza, edilizia, ambiente e lavoro… Un modo per interrogarsi su cosa è la mafia e su cosa deve essere l’antimafia oggi. Un tentativo di fotografare le mafie per l’ultima volta con l’impegno di una lotta che ci consegni un futuro libero dalle mafie.
Il concorso nasce dall’incontro di due progetti dell’associazione daSud: la campagna per i 150 anni dell’unità d’Italia “Le mafie ci uniscono” e il fumetto della collana Libeccio (Round Robin Ed.) “Lollò Cartisano, l’ultima foto alla ‘ndrangheta“.
La prima è una campagna visiva associata a una serie di eventi che daSud ha realizzato per ragionare sulla portata nazionale e trasversale della presenza delle mafie in Italia, per superare il vecchio e inadeguato cliché delle mafie come fenomeno prettamente meridionale. Il secondo è un romanzo a fumetti che racconta la tragica vicenda del fotografo di Bovalino, sequestrato e ucciso dalla ‘ndrangheta. “Lollò Cartisano, l’ultima foto alla ‘ndrangheta” ispira il titolo del concorso che vuole anche essere un tributo non solo a una vittima ma alla sua storia, a quello che ha generato.

Il concorso mira a coinvolgere fotografi e appassionati di tutte le regioni italiane. Da ognuna delle Regioni di provenienza degli scatti verranno selezionati i lavori migliori, finalisti del concorso. Una mappa interattiva raccoglierà i lavori rendendoli visibili on line all’indirizzo premiodasud.wordpress.com dove saranno disponibili ulteriori informazioni e aggiornamenti.

Ogni foto dovrà essere accompagnata da un breve testo (500 caratteri) che verrà utilizzato come didascalia dell’immagine. 

Modalità di partecipazione
– vengono accettate tutte le foto, sia fatte con macchine automatiche compatte, cellulari, reflex analogiche o digitali, polaroid… purché di produzione propria;
– ogni concorrente può inviare un massimo di 2 (due) foto;
– è preferito il formato digitale (per comodità d’invio o ricezione) ma è ben accetto lo spirito della pellicola (la stampa deve essere massimo 21 x 30 cm);
– E’ permesso l’uso del fotoritocco solo per regolare luminosità e contrasto.
– il concorso è nazionale, le selezioni avverranno su base Regionale. Finalisti saranno i migliori 3 scatti di ogni Regione, siano essi realizzati nella Regione o opera di un fotografo della Regione.

Per ulteriori informazioni e dettagli consulta il regolamento

Modalità di invio
– formato digitale: inviare un’e-mail all’indirizzo lungamarciadellamemoria@dasud.it con in allegato il file della foto e la scheda di partecipazione compilata in tutte le sue parti;
– stampa fotografica: si consiglia invio digitale di stampa scannerizzata. In alternativa presso lo Spazio daSud: Via Gentile da Mogliano 168/170 – 00176 Roma

Termine del concorso
Le foto vanno spedite entro e non oltre il 10 luglio 2011. La scadenza è anticipata al 3 luglio per le foto che saranno fatte pervenire stampate.
Il materiale non sarà restituito. Nella settimana seguente sarà comunicato il risultato della selezione dei finalisti.

Premi ed esposizione
La giuria del concorso sarà presieduta da Tano D’Amico. L’ultima foto alle mafie ritenuta più meritevole verrà premiata con la somma di 500€. Un secondo premio istituito dalla Round Robin Editrice sarà una raccolta completa delle grafic novel della collana Libeccio. Il terzo classificato riceverà una targa dell’associazione daSud e a tutti i finalisti verrà dato un attestato di partecipazione e la maglietta della lunga marcia della memoria o dell’associazione daSud. In palio anche il premio speciale “Lollò Cartisano”, assegnato dai familiari del fotografo ucciso dalla ‘ndrangheta.
Tutti i lavori finalisti saranno parte di un’esposizione virtuale e di una mostra itinerante le cui tappe verranno comunicate prossimamente. L’associazione daSud provvederà alle stampe per l’esposizione e alla pubblicazione di un book.