Boss Lo Giudice disegna mappa dell’estorsione

Print Friendly

‘Ndrangheta, Reggio Calabria: boss Lo Giudice disegna mappa dell’estorsione

Reggio Calabria, 10 nov. (Adnkronos) – Antonino Lo Giudice, boss dell’omonima cosca appena diventato collaboratore di giustizia, ha deposto questa mattina in Tribunale durante il processo ‘Malavenda’ e quello nei confronti di Gioacchino Campolo ‘il re dei videopoker’.

Lo Giudice ha parlato del tessuto criminale nella citta’ di Reggio Calabria confermando le dichiarazioni rese ai pm durante gli interrogatori sulla spartizione del quartiere di Santa Caterina.

Il boss neo collaboratore di giustizia ha insomma disegnato una mappa dell’estorsione i cui proventi, ha spiegato, sono divisi tra ”i Condello, a cui va il 50%, e i Tegano che poi dividono ulteriormente la quota”. Con questa dichiarazione si conferma quindi il perdurare della pace tra le due famiglie di ‘ndrangheta dopo la guerra di mafia. Inoltre i gruppi criminali pretendevano ”il 3% sugli appalti che superavano i 100 milioni di lire”.