UN PENTITO ACCUSA IL SINDACO DI ROSARNO

Print Friendly

Martedì 14 ottobre 2008, 10:49

'NDRANGHETA: PIROMALLI; DA PENTITO ACCUSE A SINDACO ROSARNO

 C'é anche la testimonianza del pentito rosarnese Salvatore Facchinetti tra le accuse contro il sindaco di Rosarno, Carlo Martelli, arrestato ieri nell'operazione della Dda di Reggio Calabria. Facchinetti, parlando con i magistrati della Procura di Reggio Calabria, sostiene che "'sti ragazzi erano quelli che portavano i voti po sindacu a Martelli perche' a Martelli l'hanno messo loro".

"Personalmente – prosegue il collaboratore di giustizia – e hanno messo a Martelli perchì siccome Rao, non lo so perché non si è messo lui direttamente come sindaco, però era lui quello che ha messo a Martelli che prima stava benissimo a livello di soldi e poi è sceso proprio giù. Ho saputo pure che era sotto usura, che aveva il vizio delle carte e hanno messo a lui come il sindaco di Rosarno, e di cui ci sono stati pure dei voti falsi". E sulla vicenda dei voti falsi Facchinetti aggiunge che "Cutrì aviva diversi carti d'identità e firmavano loro o postu ìsti persone qua". (ANSA).