Processo Alta mafia: sedici anni a Vincenzo Lo Giudice-Riconosciuto risarcimento ai Comuni

Print Friendly


Processo Alta mafia: sedici anni a Vincenzo Lo Giudice

Erano da poco trascorse le 18.30 quando il giudice Antonina Sabatino ha letto la sentenza relativa al processo ordinario derivato dall'operazione Alta Mafia che vedeva imputati tra gli altri l'ex deputato regionale dell'Udc Vincenzo Lo Giudice.

Ed è stato proprio lui ad avere inflitta la pena più alta 16 anni ed 8 mesi di reclusione. Questa nel dettaglio la decisione della corte: Francesco Castaldo assolto, Salvatore Curtopelle 1 anno e 6 mesi, Calogero Di Caro 10 anni, Maurizio Di Gati 5 anni, Salvatore Failla ex presidente dello Iacp di Agrigento, 6 anni e 4 mesi, Diego Fanara 3 anni e 10 mesi, Salvatore Giambarresi ex funzionario del Comune di Canicattì 3 anni e 6 mesi , Emanuele Guarneri assolto, Vincenzo Guarneri 4 anni, Salvatore Iacono ex Capo del Genio civile di Agrigento ed ex consigliere provinciale Udc 4 anni e 4 mesi, Rino Lo Giudice ex presidente del Consiglio provinciale di Agrigento 3 anni, Calogero Marino 3 anni ed Antonio Scrimali ex sindaco di Canicattì 4 anni e 2 mesi.

Riconosciuto il diritto al risarcimento dei danni da liquidarsi in separata sede ai comuni di Agrigento, Canicattì e Comitini, l'Istituto autonomo case popolari e l'Assessorato regionale ai Lavori pubblici. In alcuni casi la Corte ha inflitto condanne più severe rispetto alle richieste dei pubblici ministeri.